Pace Almanacco Giugno

Giugno

Giugno 1
Giugno 2
Giugno 3
Giugno 4
Giugno 5
Giugno 6
Giugno 7
Giugno 8
Giugno 9
Giugno 10
Giugno 11
Giugno 12
Giugno 13
Giugno 14
Giugno 15
Giugno 16
Giugno 17
Giugno 18
Giugno 19
Giugno 20
Giugno 21
Giugno 22
Giugno 23
Giugno 24
Giugno 25
Giugno 26
Giugno 27
Giugno 28
Giugno 29
Giugno 30

mannwhy


Giugno 1. In questa data in 1990, negli Stati Uniti Il presidente George Bush e il leader sovietico Mikhail Gorbachev hanno firmato uno storico accordo per porre fine alla produzione di armi chimiche e iniziare la distruzione delle riserve accumulate di entrambe le nazioni. L'accordo prevedeva un'eventuale riduzione dell'80% degli arsenali di armi chimiche delle due nazioni, un processo iniziato nel 1992 sotto monitoraggio condotto da ispettori inviati da ciascun paese all'altro. Negli anni '1990, la maggior parte delle nazioni disponeva della tecnologia necessaria per costruire armi chimiche, e l'Iraq, per esempio, le aveva già utilizzate nella sua guerra contro l'Iran. Di conseguenza, un ulteriore scopo dell'accordo Bush / Gorbachev era quello di creare un nuovo clima internazionale che scoraggerebbe i paesi più piccoli dall'accumulare armi chimiche per un potenziale utilizzo in guerra. Questo obiettivo è riuscito. Nel 1993, più di 150 nazioni hanno firmato la Convenzione sulle armi chimiche, un trattato che vieta le armi chimiche in tutto il mondo che è stato ratificato dal Senato degli Stati Uniti nel 1997. Nello stesso anno, un'organizzazione intergovernativa con sede a L'Aia, Paesi Bassi, nota come Organizzazione per il Prohibition of Chemical Weapons, è stato fondato per sorvegliare l'attuazione del divieto di armi. I suoi compiti includevano l'ispezione dei siti di produzione e distruzione di armi chimiche, nonché l'indagine sui casi in cui si presume siano state utilizzate armi chimiche. A ottobre 2015, circa il 90% delle scorte mondiali di armi chimiche era stato distrutto. Ciò rappresenta un risultato storico, che suggerisce che programmi simili per la messa al bando e la distruzione di armi nucleari a livello mondiale e, in definitiva, il disarmo globale e l'abolizione della guerra, non sono fuori dalla portata dell'aspirazione umana e della determinazione politica.


2 giugno. In questo giorno a 1939 una nave tedesca piena di profughi ebrei disperati salpò abbastanza vicino per vedere le luci di Miami, in Florida, ma fu respinta, mentre il presidente Franklin Roosevelt aveva bloccato tutti gli sforzi al Congresso per ammettere i profughi ebrei. Questa è una buona giornata in cui ricordare che le giustificazioni per le guerre sono talvolta inventate solo dopo che le guerre sono finite. A maggio 13, 1939, novecento rifugiati ebrei si sono imbarcati sulla SS St. Louis della linea Amburgo-America diretta a Cuba per sfuggire ai campi di concentramento in Germania. Avevano pochi soldi quando furono costretti a partire, ma le tasse oltraggiose imposte per il viaggio rendevano ancora più intimidatorio i piani per ricominciare da capo in un nuovo paese. Una volta arrivati ​​a Cuba, credevano che alla fine sarebbero stati accolti negli Stati Uniti. Tuttavia, la tensione a bordo della nave portò a pochi suicidi prima di entrare nel porto di Cuba, dove non erano autorizzati a sbarcare. Il capitano organizzò una pattuglia suicida per tenere d'occhio i passeggeri durante le notti passate nel porto, cercando di capire il motivo. Poi, è stato loro ordinato di andarsene. Il capitano salpò lungo la costa della Florida sperando di vedere i cartelli di benvenuto, ma gli aerei e le navi della Guardia Costiera statunitensi arrivarono solo per guidarli via. A giugno 7, c'era rimasto poco cibo quando il capitano annunciò che avrebbero dovuto tornare in Europa. Mentre la loro storia si diffondeva, l'Olanda, la Francia, la Gran Bretagna e il Belgio si offrirono di accettare alcuni rifugiati. A giugno 13-16, St. Louis si è incontrata con le navi che si dirigevano verso questi paesi, arrivando proprio all'inizio della seconda guerra mondiale.


3 giugno. In questa data a 1940, la battaglia di Dunkerque si è conclusa con una vittoria tedesca e con le forze alleate in piena ritirata da Dunkerque in Inghilterra. Da maggio 26 a giugno 4, le forze alleate sono state portate direttamente al largo delle spiagge, un processo molto difficile. Centinaia di imbarcazioni civili britanniche e francesi hanno volontariamente agito come navette da e per le navi più grandi; le truppe hanno atteso per ore fino alle spalle in acqua. Oltre 300,000 Le truppe britanniche, francesi e belghe sono state salvate. Conosciuto da tempo come il "Miracolo di Dunkerque" basato sulla convinzione che Dio avesse risposto alle preghiere, in realtà era il culmine di un quadro devastante degli orrori della guerra. La Germania aveva invaso l'Europa settentrionale nei Paesi Bassi e in Francia. Seguì un blitzkrieg e da maggio 12 gli olandesi si arresero. A maggio 22, i panzer tedeschi si diressero verso nord lungo la costa per Calais e Dunkirk, gli ultimi porti di fuga rimasti. Gli inglesi subirono una terribile sconfitta e la stessa Gran Bretagna fu minacciata. Quasi tutte le sue attrezzature pesanti, carri armati, artiglieria, trasporti motorizzati e più di truppe 50,000 furono lasciate sul continente, la maggior parte catturate dai tedeschi. Oltre il dieci per cento di loro sono stati uccisi. Un migliaio di soldati britannici sono stati persi durante l'evacuazione. Mentre venivano fatti attendere il salvataggio, intorno a 16,000 i soldati francesi morirono. Il novanta percento di Dunkerque fu distrutto durante la battaglia. Le truppe 300,000 evacuate sollevano preoccupazioni alla luce delle asserzioni britanniche e statunitensi durante la guerra che non hanno né il tempo né la capacità di evacuare gli ebrei dalla Germania.


4 giugno. In questa data, ogni anno, in tutto il mondo, viene celebrata la Giornata internazionale dell'Innocent Children Victims of Aggression, sponsorizzata dall'ONU. Il Giorno delle vittime dei bambini è stato stabilito in agosto 1982 da un'assemblea speciale delle Nazioni Unite in risposta alle numerose morti dei bambini libanesi a Beirut e in altre città libanesi in seguito ai primi attacchi aerei israeliani della guerra in Libano a giugno 4, 1982. In pratica, il Children Victims day è progettato per servire a due scopi più ampi: riconoscere i molti bambini in tutto il mondo che sono vittime di abusi fisici, mentali ed emotivi, sia in guerra o pace, oa casa o a scuola; e incoraggiare le persone e le organizzazioni di tutto il mondo a essere consapevoli della portata e dell'impatto dell'abuso sui minori e di imparare o partecipare a campagne volte a proteggere e preservare i loro diritti. Come ha osservato il segretario generale delle Nazioni Unite Javier Perez de Cuellar nel suo messaggio per la Giornata delle vittime dei bambini 1983, "I bambini che subiscono ingiustizie e povertà devono essere protetti e potenziati dal mondo adulto che crea queste situazioni, non solo attraverso le loro azioni dirette ma anche indirettamente attraverso problemi globali come i cambiamenti climatici e l'urbanizzazione ". La Giornata internazionale dei bambini vittime è solo una delle più che 150 ha osservato annualmente le Giornate internazionali delle Nazioni Unite. Le Giornate sono a loro volta parte di un più ampio progetto educativo delle Nazioni Unite in cui determinati eventi o problemi sono associati a specifici giorni, settimane, anni e decenni. Le ripetute osservanze sensibilizzano l'opinione pubblica sui vari eventi o problemi e promuovono azioni per affrontarle che rimangono coerenti con gli obiettivi delle Nazioni Unite.


5 giugno. In questo giorno in 1962, la dichiarazione di Port Huron è stata completata. Questo era un manifesto prodotto da Students for a Democratic Society e scritto principalmente da Tom Hayden, uno studente dell'Università del Michigan. Gli studenti che frequentavano le università statunitensi negli anni '1960 si sentirono obbligati a fare qualcosa per la mancanza di libertà e di diritti individuali di cui stavano assistendo in un paese "del popolo e per il popolo". La dichiarazione osservava che “In primo luogo, il fatto permeabile e vittimizzante del degrado umano, simboleggiato dalla lotta del sud contro il fanatismo razziale, ha costretto la maggior parte di noi dal silenzio all'attivismo. In secondo luogo, il fatto che racchiude la Guerra Fredda, simboleggiata dalla presenza della Bomba, ha portato la consapevolezza che noi stessi, i nostri amici e milioni di astratti 'altri' che conoscevamo più direttamente a causa del nostro comune pericolo, potremmo morire in qualsiasi momento. ... Con l'energia nucleare intere città possono essere facilmente alimentate, ma gli stati-nazione dominanti sembrano più propensi a scatenare distruzioni maggiori di quelle sostenute in tutte le guerre della storia umana ". Temevano anche l'ambivalenza della nazione verso: "Lo scoppio della rivoluzione mondiale contro il colonialismo e l'imperialismo, il trinceramento degli stati totalitari, la minaccia di guerra, la sovrappopolazione, il disordine internazionale, la super tecnologia - queste tendenze stavano mettendo alla prova la tenacia del nostro impegno a democrazia e libertà ... noi stessi siamo imbevuti di urgenza, ma il messaggio della nostra società è che non esiste un'alternativa praticabile al presente ". Infine, il manifesto ha espresso un appello urgente per "cambiare le condizioni dell'umanità ... uno sforzo radicato nell'antica, ancora incompiuta concezione dell'uomo che raggiunge un'influenza determinante sulle sue circostanze di vita".


Giugno 6. In questa data in 1968, in 1: 44, il candidato presidenziale Robert Kennedy è morto a causa di ferite da arma da fuoco mortale inflitte da un assassino poco dopo la mezzanotte del giorno prima. La sparatoria è avvenuta nella dispensa della cucina dell'Ambassador Hotel di Los Angeles, da cui Kennedy stava uscendo dopo aver festeggiato con i suoi sostenitori la vittoria alle primarie presidenziali della California. Dopo quell'evento, la gente si è chiesta: come sarebbe diverso il paese se Robert Kennedy fosse diventato presidente? Qualsiasi risposta deve includere l'avvertenza che Kennedy non era certo un calzolaio per essere eletto presidente. Né gli agenti di potere del Partito Democratico né la cosiddetta "maggioranza silenziosa" degli americani - timorosi di rivolte contro neri, hippy e radicali universitari - probabilmente gli avrebbero fornito molto sostegno. Tuttavia, l'ondata di cambiamento culturale negli anni '1960 aveva reso possibile la costruzione di una coalizione di ricchi e poveri che volevano porre fine alla guerra in Vietnam e affrontare i problemi della razza e della povertà. Bobby Kennedy sembrava a molti il ​​candidato che poteva creare al meglio quella coalizione. Nelle sue estemporanee osservazioni ai neri del centro città la notte dell'assassinio di Martin Luther King e nel suo ruolo dietro le quinte nel negoziare la fine della crisi missilistica cubana, aveva chiaramente dimostrato qualità di empatia, passione e distacco razionale che potrebbe ispirare il cambiamento trasformazionale. Il membro del Congresso ed eminente attivista per i diritti civili John Lewis ha detto di lui: “Voleva… non solo cambiare le leggi…. Voleva creare un senso di comunità ". Arthur Schlesinger, l'aiutante della campagna elettorale e biografo di Kennedy, ha commentato senza mezzi termini: "Se fosse stato eletto presidente nel 1968, saremmo usciti dal Vietnam nel 1969".


7 giugno. In questo giorno in 1893, nel suo primo atto di disobbedienza civile, Mohandas Gandhi ha rifiutato di rispettare le regole di segregazione razziale su un treno sudafricano ed è stato espulso con la forza a Pietermaritzburg. Ciò ha portato a una vita spesa a combattere per i diritti civili attraverso mezzi nonviolenti, portando libertà a molti indiani in Africa e all'indipendenza dell'India dalla Gran Bretagna. Gandhi, un uomo intelligente e ispiratore, era noto per una spiritualità che comprendeva tutte le religioni. Gandhi credeva in "Ahimsa" o nella forza positiva dell'amore, integrandolo nella sua filosofia politica di "aggrapparsi alla verità o fermezza in una causa giusta". Questa credenza, o "Satyagraha", permise a Gandhi di trasformare le questioni politiche in sono veramente morali e giusti. Pur sopravvivendo a tre tentativi sulla sua vita, attacchi, malattie e lunghi incarceramenti, Gandhi non tentò mai di vendicarsi contro i suoi avversari. Invece, ha promosso il cambiamento pacifico, ispirando tutti a fare lo stesso. Quando la Gran Bretagna impose l'ingiusta imposta sul sale agli impoveriti, diede vita al movimento dell'Indipendenza indiana conducendo una marcia attraverso l'India fino al mare. Molti morirono o furono imprigionati prima che gli inglesi accettassero di rilasciare tutti i prigionieri politici. Mentre la Gran Bretagna ha perso il controllo del paese, l'India ha riacquistato la sua indipendenza. Conosciuto come il padre della sua nazione, il nome di Gandhi fu poi cambiato in Mahatma, che significa "pieno di sentimento". Nonostante il suo approccio nonviolento, è stato notato che ogni governo che si opponeva a Gandhi alla fine dovette cedere. Il suo dono al mondo è stato il suo disperdere la convinzione che la guerra sia mai necessaria. Il compleanno di Gandhi, ottobre 2, è celebrato in tutto il mondo come la Giornata internazionale della nonviolenza.


8 giugno. In questa data in 1966, gli studenti 270 della New York University hanno abbandonato le cerimonie di laurea per protestare contro la presentazione di una laurea ad honorem al segretario alla Difesa Robert McNamara. Nella stessa data, un anno dopo, due terzi della classe di laurea della Brown University hanno voltato le spalle al Segretario di Stato Henry Kissinger, l'oratore del diploma. Entrambe le proteste hanno espresso l'alienazione provata da un numero crescente di studenti universitari statunitensi dalle azioni del loro governo durante la guerra del Vietnam. Nel 1966, dopo che il presidente Lyndon Johnson aveva drammaticamente intensificato la presenza delle truppe statunitensi e le campagne di bombardamento in Vietnam, la guerra era diventata per gli studenti un punto focale dell'attivismo politico. Hanno tenuto dimostrazioni, bruciato schede di leva, protestato fiere del lavoro militare e Dow Chemical nel campus e cantato slogan come "Ehi, ehi, LBJ, quanti bambini hai ucciso oggi?" La maggior parte delle proteste si sono svolte a livello locale o nei campus, ma quasi tutte sono state ispirate da un obiettivo comune: recidere i legami tra la macchina da guerra statunitense e l'università, con i suoi ideali intrinsecamente "liberali". Per alcuni studenti, tale obiettivo potrebbe essere il risultato di una prospettiva intellettuale allargata spesso acquisita negli studi universitari. Altri studenti sostenevano l'indipendenza universitaria incentrata sullo studente per diversi motivi, e molti erano disposti a rischiare lesioni o arresti richiedendolo in azioni dirette come l'occupazione di edifici universitari e uffici amministrativi. Quella volontà di oltrepassare i confini legali per fini morali era evidente in un sondaggio condotto nel 1968 da Milwaukee Journal. Lì, il 75% di un campione rappresentativo di tutti gli studenti ha espresso il proprio sostegno alla protesta organizzata come "un mezzo legittimo per esprimere le lamentele degli studenti".


9 giugno. In questa data nel generale 1982 Efraín Rios Montt si è dichiarato presidente del Guatemala, dproporre il presidente eletto. Rios Montt si è laureato alla famigerata School of the Americas (la scuola militare americana che ha addestrato così tanti assassini e torturatori dell'America Latina). Rios Montt ha istituito una giunta militare di tre persone con se stesso come presidente. Sotto la legge marziale, una costituzione sospesa, e nessuna legislatura, questa giunta teneva tribunali segreti e riduceva i partiti politici ei sindacati. Rios Montt costringe gli altri due alla giunta a dimettersi. Sostenne che i campesinos e gli indigeni erano comunisti e iniziarono a rapire, torturare e uccidere. Un esercito di guerriglia si formò per resistere a Rios Montt e ne seguì una guerra civile di 36. Decine di migliaia di non combattenti sono stati uccisi e "spariti" dal regime a un tasso superiore a 3,000 al mese. L'amministrazione Reagan e Israele hanno sostenuto la dittatura con le armi e fornito spionaggio e addestramento. Rios Montt fu espulso da un colpo di stato in 1983. Fino a 1996 l'uccisione è continuata in Guatemala in una cultura di impunità. Proibito di candidarsi alla presidenza dalla Costituzione, Rios Montt era un membro del Congresso tra 1990 e 2007, immune da procedimenti giudiziari. Quando la sua immunità finì, si trovò rapidamente accusato di genocidio e crimini contro l'umanità. Condannato a 80 anni in carcere, Rios Montt non fu incarcerato a causa della presunta senilità. Rios Montt è morto ad aprile 1, 2018, all'età di 91. A marzo 1999, il presidente americano Bill Clinton si è scusato per il sostegno statunitense alla dittatura. Ma la lezione di base del danno nell'esportare il militarismo deve ancora essere appresa.


Giugno 10. In questo giorno nel presidente di 1963 John. F. Kennedy ha parlato a favore della pace presso l'Università americana. Appena cinque mesi prima del suo assassinio, le osservazioni di Kennedy sulla bellezza delle università e del loro ruolo portarono ad alcune indimenticabili parole di saggezza tra cui le seguenti: “Ho quindi scelto questo tempo e questo luogo per discutere un argomento su cui anche l'ignoranza spesso abbonda e la verità è percepita troppo raramente - eppure è l'argomento più importante sulla terra: la pace nel mondo… parlo di pace a causa del nuovo volto della guerra. La guerra totale non ha senso in un'epoca in cui le grandi potenze possono mantenere forze nucleari grandi e relativamente invulnerabili e rifiutarsi di arrendersi senza ricorrere a quelle forze. Non ha senso in un'epoca in cui una singola arma nucleare contiene quasi dieci volte la forza esplosiva trasmessa da tutte le forze aeree alleate nella seconda guerra mondiale. Non ha senso in un'epoca in cui i veleni mortali prodotti da uno scambio nucleare sarebbero trasportati dal vento, dall'acqua, dal suolo e dai semi agli angoli più remoti del globo e alle generazioni non ancora nate ... Primo: esaminiamo il nostro atteggiamento verso la pace stessa . Troppi di noi pensano che sia impossibile. Troppi pensano che sia irreale. Ma questa è una credenza pericolosa e disfattista. Porta alla conclusione che la guerra è inevitabile - che l'umanità è condannata - che siamo presi da forze che non possiamo controllare. Non è necessario accettare questo punto di vista. I nostri problemi sono causati dall'uomo, quindi possono essere risolti dall'uomo ".


11 giugno. In questo giorno in 1880 Jeannette Rankin sono nato. La prima donna eletta al Congresso si laureò all'Università del Montana che iniziò la sua carriera nel sociale. Essendo sia un pacifista che un suffragista, Rankin ha aiutato le donne a vincere il diritto di voto introducendo una legge che garantiva loro la cittadinanza indipendente dai loro mariti. Mentre Rankin si sedeva in aprile 1917, la partecipazione degli Stati Uniti alla prima guerra mondiale era in discussione. Ha votato NO, nonostante l'estrema opposizione, portando alla sua perdita di un secondo mandato. Rankin poi è andato a lavorare per la Conferenza Nazionale per la Prevenzione della Guerra, prima di candidarsi nuovamente al Congresso con lo slogan "Preparati al limite per la difesa; Mantieni i nostri uomini fuori dall'Europa! "Ha attribuito la sua seconda vittoria in 1940 alle donne che hanno apprezzato il suo voto contro la prima guerra mondiale. Rankin era di nuovo al Congresso quando il presidente Franklin Roosevelt chiese al Congresso di votare una Dichiarazione di guerra per il Giappone che portasse gli Stati Uniti nella seconda guerra mondiale. Rankin era l'unico voto dissenziente. Tra i tanti contraccolpi, ha continuato il suo lavoro, tra cui l'organizzazione della Brigata Jeannette Rankin per una marcia 1968 su Washington per protestare contro la guerra del Vietnam. Rankin ha invitato il Congresso a rispondere ai bisogni della gente, denunciando le scelte date alle donne che "lasciano i loro figli andare in guerra perché temono che i loro mariti perderanno il lavoro nell'industria se protestano". Si lamenta che i cittadini statunitensi sono stati offerti solo " una scelta di mali, non di idee. "Le parole di Rankin sembravano inascoltate mentre le guerre continuavano nonostante la semplice alternativa a cui aveva lavorato per tutta la vita. Ha detto: "Se disarmassimo, saremmo il paese più sicuro al mondo".


12 giugno. In questo giorno a 1982 un milione di persone hanno manifestato contro le armi nucleari a New York. Questo è un buon giorno per opporsi alle armi nucleari. Mentre le Nazioni Unite hanno organizzato una sessione speciale sul Disarmo, la folla di Central Park ha attirato l'attenzione internazionale sul numero di americani contrari alla corsa agli armamenti nucleari. Il Dr. Randall Caroline Forsberg è stato uno dei principali organizzatori del "Nuclear Freeze" e il numero di manifestanti che si sono uniti a lei a New York ha portato a quella che è stata definita "la più grande manifestazione politica nella storia dell'America". Forsberg ha ricevuto un "Premio genio" della Fellowship MacArthur che riconosce il suo lavoro per un mondo migliore e pacifico richiamando l'attenzione sulle crisi inerenti al programma di accelerazione delle armi nucleari. A quel tempo, il presidente Ronald Reagan non fu riconoscente, arrivando al punto di suggerire che i membri del movimento per il congelamento nucleare dovevano essere "antipatriottici", "sostenitori comunisti" o forse anche "agenti stranieri". Con il suo secondo mandato, la sua amministrazione aveva sentito abbastanza pressione per iniziare i colloqui sulla riduzione delle dimensioni degli arsenali nucleari. È stato organizzato un incontro con l'Unione Sovietica e sono iniziati i colloqui tra il presidente Reagan e il leader sovietico Mikhail Gorbaciov per eliminare le armi dall'Europa orientale e occidentale con il riconoscimento comune che "una guerra nucleare non può essere vinta e non dovrebbe mai essere combattuta". seguì un incontro a Reykjavik, in Islanda, dove una proposta di Gorbaciov di abolire tutte le armi nucleari entro l'anno 2000 non fu accettata dagli Stati Uniti. Ma da 1987, il trattato sulle forze nucleari a intervallo intermedio è stato firmato per richiedere a entrambi i paesi di iniziare a ridurre i loro arsenali.


13 giugno. In questo giorno su 1971, il Pentagono Papers, estratto dal New York Times, ha fornito dettagli sul coinvolgimento degli Stati Uniti in Vietnam dalla fine della seconda guerra mondiale a 1968. A giugno 13, 1971, dopo anni di proteste contro il progetto, le uccisioni prolungate in Vietnam e le grida di una ragione che non hanno ricevuto risposta dal governo degli Stati Uniti, il New York Times ha ricevuto alcune informazioni "classificate" da un ex analista militare. Frustrato dai suoi continui sforzi per fermare la guerra, Daniel Ellsberg contattò il New York Times, permettendo loro di intravedere le vere ragioni per cui gli Stati Uniti erano diventati uno stato militare: "Uno studio massiccio di come gli Stati Uniti entrarono in guerra in Indocina , condotta dal Pentagono tre anni fa, dimostra che quattro amministrazioni progressivamente svilupparono un senso di impegno per un Vietnam non comunista, una prontezza a combattere il Nord per proteggere il Sud e una frustrazione finale con questo sforzo - in misura molto maggiore che le loro dichiarazioni pubbliche riconosciute all'epoca. "Il Procuratore Generale degli Stati Uniti accusò il Times di aver violato la legge rivelando segreti governativi, facendo tacere loro due giorni dopo. Il Washington Post ha iniziato a pubblicare la storia, ed è stato anche portato davanti al Tribunale federale. Il paese ha aspettato incredulo fino a quando non è stata presa la decisione di riferimento per la libertà di stampa. La Corte Suprema si è pronunciata a favore della pubblicazione con uno dei giudici, Hugo L. Black, rilasciando la seguente dichiarazione: "Nel rivelare il funzionamento del governo che ha portato alla guerra in Vietnam, i giornali hanno nobilmente fatto ciò che i Padri Fondatori speravano e fidati che avrebbero fatto. "


14 giugno. In questo giorno in 1943, la Corte Suprema degli Stati Uniti ha invalidato il saluto della bandiera obbligatoria per gli scolari. L'originale "Pledge to the Flag", scritto negli 1800 per celebrare la scoperta dell'America, recitava: "Prometto fedeltà alla mia bandiera e alla repubblica per la quale si trova, una nazione, indivisibile, con libertà e giustizia per tutti. "Durante la seconda guerra mondiale, la politica ha trovato benefici nel trasformare questo impegno in legge. Sono state quindi aggiunte le parole "degli Stati Uniti" e "dell'America"; e da 1945, il titolo è stato modificato e sono stati aggiunti i regolamenti relativi al corretto saluto della bandiera. Le regole di saluto sono state cambiate quando sono state paragonate a quelle della Germania nazista dal primo: "Alzati, alzando la mano destra con il palmo scoperto sulla fronte" per: "Alzati, ponendo la mano destra sul cuore". Le parole "sotto Dio "furono aggiunti dopo" una nazione "e firmati in legge dal presidente Eisenhower in 1954. Inizialmente, 35 dichiara che gli studenti delle scuole pubbliche di K-12 stanno salutando la bandiera ogni giorno con le mani sui loro cuori mentre recitano il "Pledge of Allegiance". Mentre il numero di stati promessi è cresciuto a 45, molti hanno messo in dubbio l'ipocrisia di un legge che impone ai bambini di giurare fedeltà a una bandiera che rappresenta "Libertà e giustizia per tutti". Altri hanno notato un conflitto tra l'impegno e le loro convinzioni religiose, citando la violazione dei diritti del Primo Emendamento. Anche se è stato riconosciuto dai tribunali di 1943 che agli studenti non può essere richiesto di giurare fedeltà alla bandiera, quelli che non stanno in piedi, salutano e si impegnano quotidianamente continuano a essere criticati, ostracizzati, sospesi e etichettati come "antipatriottici".

crowewhy


15 giugno. In questo giorno in 1917 e in maggio 16, 1918, sono stati passati gli atti di spionaggio e sedizione. L'Espionage Act fu imposto quando gli Stati Uniti furono coinvolti nella Prima Guerra Mondiale per proibire ai cittadini di fare qualsiasi cosa che potesse minare l'esercito nella sua lotta contro la Germania e i suoi alleati. La legge è stata emendata meno di un anno dopo in quello che divenne noto come il Sedition Act di 1918. La legge sulla sedizione era più inclusiva, rendendo illegale qualsiasi cosa fatta, detta o scritta contro il coinvolgimento degli Stati Uniti nella prima guerra mondiale. Ciò ha costretto molti cittadini statunitensi a temere l'arresto per aver espresso le loro opinioni in opposizione al progetto militare o al coinvolgimento nella guerra, nonché a mettere in discussione questa violazione del diritto alla libertà di parola. Qualsiasi critica alla Costituzione, al progetto, alla bandiera, al governo, ai militari o persino all'uniforme militare è stata resa illegale. Inoltre è diventato illegale per chiunque ostacolare la vendita di obbligazioni statunitensi, mostrare una bandiera tedesca nelle loro case o parlare a sostegno di qualsiasi causa sostenuta da paesi che ora sono considerati nemici degli Stati Uniti. Qualsiasi violazione di queste nuove leggi ha portato ad arresti con multe fino a diecimila dollari e condanne che potrebbero portare alla reclusione fino a venti anni. Almeno settantacinque giornali non sono stati autorizzati a stampare nulla contro la guerra se si aspettavano di continuare, e le persone 2,000 sono state arrestate. C'erano persone 1,000, molti di loro immigrati, condannati e imprigionati durante questo periodo. Sebbene la Legge sulla Sedizione sia stata abrogata in 1921, molte delle leggi sotto lo Spionaggio sono rimaste in vigore negli Stati Uniti quando una guerra ha portato a un'altra.


16 giugno. In questo giorno in 1976 si è verificato il massacro di Soweto. I bambini 700 sono stati uccisi per aver rifiutato di imparare l'afrikaans. Anche prima che il Partito nazionalista prendesse il potere in 1948, il Sud Africa lottava con la segregazione. Mentre l'educazione per i bianchi era gratuita, i bambini neri erano trascurati dal sistema scolastico di Bantu. Il novanta per cento delle scuole nere sudafricane erano gestite da missionari cattolici con un'assistenza statale minima. In 1953, il Bantu Education Act ha tagliato tutti i finanziamenti per l'istruzione dalla spesa pubblica per gli africani, seguita da una legge sull'istruzione universitaria che proibiva agli studenti neri di frequentare le università bianche. La mossa che portò alla rivolta di Soweto fu il decreto Bantu che usava un linguaggio per l'istruzione e l'esame che anche gli insegnanti non erano fluenti, gli afrikaani. All'approssimarsi degli esami, gli studenti di due scuole superiori si sono ispirati al Movimento degli studenti sudafricani organizzato il Comitato d'azione del Consiglio di Rappresentanti degli studenti di Soweto (SSRC) per pianificare una protesta pacifica contro queste richieste sempre più difficili. La marcia è iniziata a Soweto passando altre scuole superiori dove sono stati raggiunti da studenti di queste scuole, e hanno continuato a incontrarsi fino a quando migliaia hanno marciato insieme al municipio di "Uncle Tom's" a Orlando. Quando arrivarono, furono interrotti dalla polizia e attaccati con gas lacrimogeni e proiettili. All'inizio delle sparatorie di massa, i manifestanti erano stati raggiunti da oltre 300 studenti bianchi e innumerevoli operai neri nella lotta contro l'apartheid e l'educazione bantu. La brutalità della polizia è stata accolta con calma perseveranza da studenti e sostenitori sopravvissuti che hanno continuato per mesi la risoluta lotta per l'uguaglianza ispirata da questo memorabile "Giornata della gioventù" africana.


17 giugno. In questa data in 1974, l'Esercito Repubblicano Irlandese Provvisorio bombardò le Camere del Parlamento a Londra, ferendone undici. Questo drammatico atto è stato uno dei tanti squilli nei trent'anni dei "Troubles". In 1920, nel tentativo di sedare la violenza, il Parlamento britannico aveva approvato una legge che divideva l'Irlanda, con entrambe le parti ancora formalmente parte del Regno Unito. Invece della pace prevista, l'attività di guerriglia aumentò tra i protestanti del nord fedeli al Regno Unito e i cattolici del sud che volevano un'Irlanda indipendente e unita. L'occupazione delle truppe britanniche in 1969 ha aumentato la violenza. L'IRA ha bombardato obiettivi in ​​Inghilterra da 1972 fino a 1996. La campagna continentale ha richiesto la vita di 175. Successivi accordi di cessate il fuoco sono stati fatti ma sono crollati. Un assassinio di alto profilo nei Troubles arrivò quando l'IRA provvisorio assassinò il Lord britannico in vacanza Louis Mountbatten nell'Irlanda del Nord in 1979 con una bomba a bordo della sua barca. L'Accordo 1998 del Venerdì Santo ha ufficialmente concluso la lotta, con un accordo di condivisione del potere nel governo. Durante i decenni di attacchi terroristici lanciati da entrambi i paramilitari nazionalisti e unionisti, furono perse quasi le vite di 3600. Ma il pericolo si trova ancora sotto la superficie. Lo stretto risultato di un voto del Regno Unito di staccarsi dall'Unione Europea, chiamato Brexit, ha prodotto una disputa sui futuri accordi doganali, poiché l'Irlanda sarebbe stata divisa tra Unione europea e Unione non europea. Un'autobomba a Londonderry, nell'Irlanda del Nord, è stata accusata del Real Irish Republican Army, un gruppo che lotta per un'Irlanda unita cento anni dopo la spartizione. Quell'azione, come centinaia di altre persone nel corso degli anni, ha mostrato l'inutilità della violenza e i risultati controproducenti di far esplodere le persone.


18 giugno. In questo giorno in 1979, l'accordo SALT II per limitare i missili e i bombardieri a lungo raggio lo fu firmato dai presidenti Carter e Brezhnev. L'accordo tra gli Stati Uniti d'America e l'Unione delle repubbliche sovietiche è stato fatto in quanto entrambi sono diventati: "Consapevole che la guerra nucleare avrebbe conseguenze devastanti per tutta l'umanità ... "e"riaffermando il loro desiderio di adottare misure per l'ulteriore limitazione e per l'ulteriore riduzione delle armi strategiche, avendo in mente l'obiettivo di ottenere un disarmo generale e completo ... ". Il presidente Carter ha inviato l'accordo al Congresso dove è proseguita la discussione fino a quando l'invasione russa dell'Afghanistan non ha lasciato non è stato ratificato. In 1980, il presidente Carter ha annunciato che, a prescindere, gli Stati Uniti si conformerebbero alle principali clausole dell'accordo se la Russia dovesse ricambiare, e Breznev concordato. La fondazione per i trattati SALT iniziò quando il presidente Ford incontrò Breznev per gettare le fondamenta che fissavano un limite a più sistemi di veicoli di rientro autonomi, vietò la costruzione di nuovi lanciamissili balistici intercontinentali a terra, dispiegamento limitato di nuove armi strategiche offensive , veicoli strategici di consegna nucleare, e ha mantenuto l'accordo valido attraverso 1985. Il presidente Nixon è d'accordo, come ha fatto il presidente Reagan, che ha poi dichiarato violazioni da parte dei russi in 1984 e 1985. In 1986, Reagan ha annunciato che "... gli Stati Uniti devono basare le decisioni sulla struttura strategica della forza sulla natura e l'ampiezza della minaccia rappresentata dalle forze strategiche sovietiche e non sugli standard contenuti nella struttura SALT ..." Ha aggiunto che gli Stati Uniti avrebbero "... continuano a esercitare il massimo riserbo, proteggendo al tempo stesso la deterrenza strategica, al fine di contribuire a promuovere l'atmosfera necessaria per significative riduzioni degli arsenali strategici di entrambe le parti".


19 giugno. In questa data ogni anno, molti americani celebrano "Juneteenth", l'19th di giugno in 1865 quando gli afro-americani ancora ridotti in schiavitù a Galveston, in Texas, hanno appreso che erano stati liberati legalmente 2-1 / 2 anni prima. Il proclama di emancipazione del presidente Lincoln, emesso il giorno di Capodanno del 1863, aveva imposto la liberazione di tutti gli schiavi negli stati e nelle località che si ribellavano contro l'Unione durante la guerra civile, ma i detentori di schiavi del Texas avevano apparentemente scelto di non agire secondo l'ordine fino a quando non erano stati costretti a farlo. . Quel giorno arrivò quando duemila soldati dell'Unione arrivarono a Galveston il 19 giugno 1865. Il maggiore generale Gordan Granger lesse ad alta voce un documento che informava il popolo del Texas che "... in conformità con un proclama dell'Esecutivo degli Stati Uniti, tutti gli schiavi sono liberi ... e la connessione finora esistente tra [padroni e schiavi] diventa quella tra datore di lavoro e lavoratore libero ". Tra gli schiavi liberati, la reazione alla notizia variava dallo shock al giubilo. Alcuni si sono soffermati a saperne di più sul nuovo rapporto datore di lavoro / dipendente, ma molti altri, spinti dall'euforia della loro libertà, sono partiti immediatamente per costruire una nuova vita in posti nuovi. Di fronte a gravi sfide, gli ex schiavi migranti nel corso del tempo hanno reso il "Juneteenth" della loro liberazione un'occasione annuale per ricongiungersi con altri membri della famiglia a Galveston per scambiarsi rassicurazioni e preghiere di sostegno. Nel corso degli anni, la celebrazione si diffuse in altre aree e crebbe in popolarità, e nel 1980 Juneteenth divenne una festa ufficiale dello stato in Texas. Oggi, le nuove organizzazioni Juneteenth locali e nazionali utilizzano la commemorazione per promuovere la conoscenza e l'apprezzamento della storia e della cultura afroamericana, incoraggiando allo stesso tempo lo sviluppo personale e il rispetto per tutte le culture.


20 giugno. Questa è la Giornata mondiale per i rifugiati. Il segretario generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres, è stato nominato nel gennaio 2017 dopo una vita trascorsa a lavorare per fermare le infinite sofferenze che le guerre impongono agli innocenti. Nato a Lisbona nel 1949, si è laureato in ingegneria ed è diventato fluente in portoghese, inglese, francese e spagnolo. La sua elezione al parlamento portoghese nel 1976 lo ha introdotto all'Assemblea parlamentare del Consiglio d'Europa, dove ha presieduto la commissione per la demografia, la migrazione e i rifugiati. Vent'anni di lavoro come Alto Commissario delle Nazioni Unite per i rifugiati hanno permesso a Guterres di essere testimone più della maggior parte delle sofferenze, della fame, della tortura, delle malattie e della morte di uomini, donne e bambini civili nei campi profughi e nelle zone di guerra. Mentre prestava servizio come primo ministro del Portogallo dal 1995 al 2002, è rimasto coinvolto negli sforzi internazionali come presidente del Consiglio europeo. Il suo sostegno ha portato all'adozione dell'Agenda di Lisbona per l'occupazione e la crescita e alla designazione da parte delle Nazioni Unite nel dicembre del 2000 della Giornata mondiale del rifugiato. Il 20 giugno è stato scelto in ricordo di una Convenzione sullo status di rifugiato del 1951 tenuta cinquant'anni prima, e per riconoscere il continuo aumento del numero di rifugiati nel mondo fino a 60 milioni. Le parole di Guterres sono state scelte per introdurre il sito web della Giornata mondiale del rifugiato: “Non si tratta di condividere un peso. Si tratta di condividere una responsabilità globale, basata non solo sull'idea ampia della nostra comune umanità, ma anche sugli obblighi molto specifici del diritto internazionale. I problemi alla radice sono la guerra e l'odio, non le persone che fuggono; i rifugiati sono tra le prime vittime del terrorismo ".


21 giugno. In questa data in 1971, la Corte internazionale di giustizia stabilì che il Sudafrica doveva ritirarsi dalla Namibia. Dal 1915 al 1988 la Namibia era conosciuta come Africa sud-occidentale, considerata quasi una provincia del Sud Africa. Era stato fortemente colonizzato, prima dalla Germania e poi dalla Gran Bretagna. Il Sudafrica era indipendente dalla Gran Bretagna durante la prima guerra mondiale, ma invase con successo l'area tedesca a sostegno dell'Impero. La Società delle Nazioni ha posto l'Africa sudoccidentale sotto un mandato britannico con l'amministrazione sudafricana. Dopo la seconda guerra mondiale, le Nazioni Unite hanno continuato la politica. Nel 1960 la South West Africa People's Organization (SWAPO) era una forza politica, che iniziò una campagna di guerriglia con il suo People's Liberation Army of Namibia (PLAN). Nel 1966, l'Assemblea generale delle Nazioni Unite revocò il mandato del Sud Africa, ma il Sud Africa contestò la sua autorità e impose l'apartheid, un governo esclusivamente bianco e bantustan, o ghetti neri. Nel 1971 la Corte internazionale di giustizia sostenne l'autorità delle Nazioni Unite sulla Namibia e stabilì che la presenza sudafricana in Namibia era illegale. Il Sudafrica si rifiutò di ritirarsi e ne seguì una guerra debilitante nell'area che si estendeva in Angola, che fu aiutata dalle truppe cubane. Esausto e timoroso della presenza cubana, il Sud Africa ha firmato un cessate il fuoco nel 1988. La guerra ha causato la morte di 2,500 soldati sudafricani e costa un miliardo di dollari l'anno. L'indipendenza della Namibia è stata dichiarata nel 1990. L'estrazione di diamanti, altre pietre preziose e uranio in Namibia aveva alimentato l'interesse del Sud Africa a colonizzare l'area. Questo è un buon giorno per considerare le vere ragioni della colonizzazione, delle guerre conseguenti e delle loro ripercussioni.


22 giugno. In questa data in 1987, più di 18,000 attivisti pacifisti giapponesi hanno formato una catena umana 10.4-mile per protestare contro l'occupazione militare statunitense in corso di Okinawa. La battaglia di Okinawa del 1945 fu l'assalto più mortale della Guerra del Pacifico, un "tifone d'acciaio" di 82 giorni che fece 200,000 morti. Più di 100,000 soldati giapponesi furono uccisi, catturati o si suicidarono; gli Alleati hanno subito più di 65,000 vittime; e un quarto della popolazione civile di Okinawa è stata uccisa. In base a un trattato del 1952, gli Stati Uniti acquisirono il pieno controllo di Okinawa e governarono l'isola per 27 anni, confiscando terreni privati ​​per costruire basi e aeroporti, inclusa la tentacolare base aerea di Kadena, che successivamente i bombardieri statunitensi usarono per attaccare Corea e Vietnam. Per oltre sette decenni, il Pentagono ha contaminato il mare, la terra e l'aria dell'isola con arsenico, uranio impoverito, gas nervini e agenti chimici cancerogeni, dando a Okinawa il soprannome di "mucchio di spazzatura del Pacifico". Nel 1972, un nuovo trattato permise al Giappone di riprendere in parte il controllo di Okinawa, ma 25,000 soldati statunitensi (e 22,000 membri della famiglia) rimasero di stanza lì. E le proteste non violente sono rimaste una presenza costante. Nel 2000, 25,000 attivisti hanno formato una catena umana attorno alla base aerea di Kadena. Entro il 2019, 32 basi statunitensi e 48 siti di addestramento coprivano il 20% dell'isola. Nonostante anni di resistenza dal basso, il Pentagono iniziò ad espandere la sua presenza con una nuova base aerea marina a Henoko, nel nord di Okinawa. La bellissima barriera corallina di Henoko doveva essere sepolta sotto tonnellate di sabbia, minacciando non solo il corallo, ma anche le tartarughe marine, i dugonghi in via di estinzione e molte altre creature rare.


23 giugno. In questa data ogni anno, la giornata del servizio pubblico delle Nazioni Unite è osservata da organizzazioni e dipartimenti di servizio pubblico in tutto il mondo. Istituito dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite a dicembre 2002, la giornata del servizio pubblico ha le sue radici nel riconoscimento che un servizio civile competente svolge un ruolo importante nel promuovere una governance di successo e lo sviluppo sociale ed economico. Lo scopo del giorno è quello di celebrare il lavoro delle persone nelle comunità locali e nazionali di tutto il mondo che sono determinate a esercitare le loro energie e abilità per servire il bene comune. Sia che i contributori siano pagati dipendenti pubblici come corrieri postali, bibliotecari e insegnanti, o persone che forniscono servizi non pagati a organizzazioni come i vigili del fuoco volontari e il corpo dell'ambulanza, soddisfano i bisogni umani fondamentali e sono essenziali per il benessere della società. Per questo motivo, la Giornata del servizio pubblico intende anche incoraggiare i giovani a perseguire una carriera nel settore pubblico. Le organizzazioni e i dipartimenti che partecipano al Day in genere utilizzano una varietà di mezzi per raggiungere i propri obiettivi. Includono la creazione di stand e cabine da cui fornire informazioni sul servizio pubblico; organizzare pranzi con oratori ospiti; svolgimento di cerimonie di premiazione interne; e facendo annunci speciali per onorare i dipendenti pubblici. Il pubblico generale è incoraggiato a partecipare allo spirito della Giornata del servizio pubblico ringraziando coloro che forniscono servizi pacifici e legali piuttosto che il presunto servizio di partecipazione alla guerra. Potremmo tutti chiederci: dove saremmo senza i funzionari pubblici che ripristinano il nostro potere dopo una brutta tempesta, tengono le nostre strade libere dalle fogne e raccolgono la nostra spazzatura?


24 giugno. In questa data in 1948, il presidente Harry Truman ha firmato in legge il Selective Service Act, che è diventato la base del moderno sistema statunitense per la stesura di giovani uomini nel servizio militare. L'atto stabiliva che tutti gli uomini di età pari o superiore a 18 anni fossero tenuti a registrarsi al servizio selettivo e che quelli di età compresa tra 19 e 26 anni potessero essere arruolati per un requisito di servizio di 21 mesi. Pochi giovani americani si opposero alla leva fino alla metà degli anni Sessanta, quando molti studenti universitari iniziarono a collegarla ai dubbi sulla guerra in espansione degli Stati Uniti contro il Vietnam. Alcuni si sono risentiti anche per i rinvii delle bozze spesso soggettivamente concessi dai consigli di amministrazione locali per motivi di stato di famiglia o posizione accademica. Nel 1960, il Congresso approvò una legge che razionalizzava il sistema di differimento ma fece ben poco per arginare la resistenza degli studenti al progetto. Nel corso del tempo, tuttavia, sono state apportate modifiche al Selective Service Act che ne ha rimosso i poteri di coscrizione e, oggi, l'esercito statunitense è pienamente stabilito come un corpo di volontari. Molti americani in età di leva apprezzano indubbiamente la libertà che questo dà loro di andare avanti con le loro vite. Non si dovrebbe trascurare, tuttavia, che molti giovani che si offrono volontari per servire la macchina da guerra della nazione lo fanno principalmente perché fornisce loro l'unica risorsa che hanno per un lavoro, un ruolo culturalmente rispettato nella società e l'autostima. Pochi tra loro ritengono pienamente che tali benefici possano venire solo a rischio della propria vita e di gravi danni e ingiustizie agli altri. Il servizio selettivo rimane in vigore per le future bozze militari, una pratica che è stata abolita in molti paesi.


25 giugno. In questa data del 1918, Eugene Debs, leader del Partito socialista degli Stati Uniti e affermato oratore famoso per i suoi aspri attacchi ai plutocrati della nazione, fu arrestato per aver parlato contro la partecipazione degli Stati Uniti alla prima guerra mondiale. Debs ed i suoi socialisti erano tuttavia da soli nella loro opposizione, comunque. L'entrata in guerra degli Stati Uniti in 1917 ha rapidamente catalizzato il dissenso nel Congresso e tra libertari civili e pacifisti religiosi. In risposta, il Congresso approvò la legge sullo spionaggio, che rese illegale per chiunque istigare all'opposizione attiva alla guerra. Debs, tuttavia, era imperterrito. In un discorso a Canton, nell'Ohio del giugno 18, 1918, ha parlato delle verità sulla guerra in generale che rimangono rilevanti più di un secolo dopo. "In tutta la storia del mondo", ha proclamato, "la classe dirigente ha sempre dichiarato le guerre. La classe tematica ha sempre combattuto le battaglie ... Devi sapere che sei buono per qualcosa di più della schiavitù e della carne da macello ... "Il discorso di Canton, tuttavia, si rivelò essere l'ultima di Debs prima del suo arresto. A settembre 12, 1918, è stato condannato da una giuria nel tribunale distrettuale degli Stati Uniti a Cleveland per aver violato lo spionaggio. Sette mesi dopo la condanna è stata confermata in appello alla Corte Suprema degli Stati Uniti e Debs è stato condannato a 10 anni nel carcere federale. Il successivo confinamento in una cella di Atlanta, tuttavia, non gli impedì di candidarsi come Presidente in 1920. Coloro che lavorano per la pace oggi possono essere incoraggiati dal fatto che, nonostante l'incarcerazione di Debs, ha ricevuto quasi un milione di voti popolari nelle elezioni.


26 giugno. In questa data ogni anno la Giornata internazionale delle Nazioni Unite a sostegno delle vittime della tortura viene osservata dalle nazioni membri dell'ONU, dai gruppi della società civile e da persone di tutto il mondo. Istituito nel mese di dicembre 1997 con una risoluzione dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite, il sostegno alle vittime della tortura osserva la Convenzione delle Nazioni Unite contro la tortura e altre pene o trattamenti crudeli, inumani o degradanti che sono entrati in vigore in giugno 1987 e sono ora ratificati dalla maggior parte dei paesi. Lo scopo dell'osservanza annuale è quello di contribuire a garantire un efficace funzionamento della Convenzione contro la tortura, che riconosce la tortura come crimine di guerra ai sensi del diritto internazionale e vieta il suo uso come strumento di guerra in qualsiasi circostanza. Eppure, nelle guerre di oggi, l'uso della tortura e di altre forme di trattamento crudele, degradante e disumano rimane troppo comune. L'uso documentato della tortura da parte degli Stati Uniti non viene eseguito e non è scoraggiato. L'osservanza sponsorizzata dall'ONU a sostegno delle vittime della tortura gioca un ruolo importante nel richiamare l'attenzione sul problema. Organizzazioni come l'International Rehabilitation Council for Torture Victims e Amnesty International hanno svolto un ruolo attivo nell'organizzazione di eventi in tutto il mondo per sensibilizzare le persone sulle problematiche legate alla tortura umana. Tali organizzazioni promuovono anche il sostegno ai programmi rapidi e specializzati necessari per aiutare le vittime della tortura a riprendersi dal trauma. Finanziati da agenzie come il Fondo volontario delle Nazioni Unite per le vittime della tortura, i centri di riabilitazione e le organizzazioni di tutto il mondo hanno dimostrato che le vittime possono di fatto passare dall'orrore alla guarigione.


27 giugno. In questo giorno in 1869 è nata Emma Goldman. Cresciuto in Lituania, Goldman è sopravvissuto alla rivoluzione russa e l'antisemitismo ha spinto molti a migrare. All'età di quindici anni, un matrimonio prestabilito da suo padre condusse Goldman, insieme a una sorella, a fuggire in America. A New York, dieci ore e mezza passate a lavorare in una fabbrica di cappotti l'hanno portata a far parte di un sindacato di nuova costituzione che chiedeva meno ore. Mentre iniziava a parlare dei diritti delle donne e dei lavoratori, Goldman divenne noto come anarchico femminista che incitò a comportamenti radicali. Ha regolarmente sopportato arresti. Quando il presidente William McKinley fu assassinato, Goldman fu criticato a livello nazionale mentre una delle sue lezioni era stata seguita dall'assassino. Con 1906, ha iniziato una rivista, "Madre Terra", per educare i lettori sulle ideologie del femminismo e dell'anarchismo. Quando gli Stati Uniti entrarono nella prima guerra mondiale, una legislazione come la legge sulla sedizione terminò la libertà di parola, etichettando i pacifisti come antipatriottici. Goldman continuò a incoraggiare gli sforzi contro la guerra attraverso la sua rivista e organizzò una "Lega per la coscrizione", insieme ai colleghi attivisti Leonard Abbott, Alexander Berkman ed Eleanor Fitzgerald, per opporsi a "tutte le guerre dei governi capitalisti". Lei e Berkman furono arrestato per aver cospirato per abbassare le registrazioni delle bozze, multato $ 10,000 e condannato a due anni di prigione. Goldman fu deportato in Russia dopo il suo rilascio. Mentre era lì, scrisse My Disillusionment in Russia, seguita dalla sua autobiografia, Living My Life. I suoi ultimi anni sono stati trascorsi viaggiando e facendo conferenze ai fan di tutta Europa. Le è stato concesso un tour di novanta giorni negli Stati Uniti prima che la sua richiesta di essere sepolta a Chicago fosse concessa dopo la sua morte in 1940.


28 giugno. In questa data in 2009 un colpo di stato militare, appoggiato in ultima analisi dagli Stati Uniti, rovesciò il governo democraticamente eletto dell'Honduras. Il presidente di sinistra del paese, Manuel Zelaya, è stato costretto all'esilio in Costa Rica dopo che più di una dozzina di soldati si sono precipitati nella sua residenza la mattina presto e lo hanno arrestato. L'azione ha concluso una lunga battaglia su un referendum nazionale programmato per lo stesso giorno, con il quale il presidente sperava di dimostrare il sostegno popolare per considerare possibili riforme alla Costituzione del Paese. Gli oppositori politici, tuttavia, sostenevano che il vero scopo di Zelaya fosse eliminare la limitazione della Costituzione esistente al mandato di un presidente in carica a un solo mandato di quattro anni. Subito dopo il colpo di stato, il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha dichiarato: "Crediamo che il colpo di stato non fosse legale e che il presidente Zelaya rimanga il presidente dell'Honduras ...". Quella prospettiva, tuttavia, fu presto sostituita dalle azioni del Segretario di Stato Hillary Clinton. Nel suo libro di memorie del 2014, Scelte difficili, Clinton scrive: "Ho parlato con le mie controparti attorno all'emisfero .... Abbiamo strategizzato un piano per ristabilire l'ordine in Honduras e assicurare che elezioni libere ed eque possano essere tenute rapidamente e legittimamente, il che renderebbe la questione di Zelaya discutibile. "Non inaspettatamente, il governo post-golpe appoggiato dagli Stati Uniti che è salito al potere in 2010 ha premiato i fedelissimi golpisti con i massimi ministeri, aprendo la porta alla corruzione governativa e civile, alla violenza e all'anarchia che persisteva da anni. Gli attivisti progressisti in Honduras hanno continuato a organizzarsi ea lavorare duramente per un futuro in cui un governo legittimamente eletto potesse operare onestamente per il bene di tutti, compresi quelli che erano emarginati e poveri.


29 giugno. In questa data in 1972, la Corte Suprema degli Stati Uniti ha decretato nel caso di Furman c. Georgia che la pena di morte, come allora impiegata dagli Stati, era incostituzionale. La decisione della Corte si applicava anche ad altri due casi, Jackson v. Georgia e Branch v. Texas, che riguardavano entrambi la costituzionalità della condanna a morte per una condanna per stupro. I fatti che hanno portato al caso Furman v. Georgia erano questi: Furman stava svaligiando una casa privata quando un membro della famiglia lo scoprì. Nel tentativo di fuggire, Furman è inciampato ed è caduto, facendo esplodere la pistola che stava trasportando e uccidendo un residente della casa. Al processo, Furman è stato condannato per omicidio e condannato a morte. La questione in questo caso, come negli altri due, era se la pena di morte costituisse una violazione dell'ottavo emendamento che vieta la punizione crudele e insolita, o del quattordicesimo emendamento, che assicura a tutte le persone un'eguale protezione della legge. L'opinione della maggioranza di una pagina della Corte, basata su una decisione 5-4, ha ritenuto che l'imposizione della pena di morte in tutti e tre i casi costituisse una punizione crudele e insolita e violasse la Costituzione. Solo i giudici Brennan e Marshall, tuttavia, ritenevano che la pena di morte fosse incostituzionale in tutti i casi. Gli altri tre giudici che erano d'accordo con l'opinione della maggioranza si sono concentrati sull'arbitrarietà con cui venivano comunemente comminate le condanne a morte, spesso indicando un pregiudizio razziale nei confronti degli imputati neri. La decisione della Corte ha costretto gli Stati e il legislatore nazionale a ripensare i loro statuti per i reati capitali per garantire che la pena di morte non fosse amministrata in modo capriccioso o discriminatorio.


30 giugno. In questo giorno in 1966, le prime IG, Fort Hood Three, hanno rifiutato di essere inviate in Vietnam. Il privato David Samas, il privato Dennis Mora e il privato First Class James A. Johnson si sono incontrati a Fort Gordon, in Georgia, prima di essere riassegnati all'142nd Battaglione di 2nd Divisione corazzata a Fort Hood, in Texas. I loro ordini di schieramento anticipati sono stati emessi nonostante la loro opposizione all'escalation della guerra in Vietnam. Le proteste che hanno avuto luogo negli Stati Uniti li hanno portati a utilizzare il congedo 30-day concesso prima della data di dispiegamento per trovare un avvocato e collegarsi con attivisti pacifisti. Riuscirono a incontrare Dave Dellinger, Fred Halstead e AJ Muste, noti pacifisti con legami con l'autorevole Parade Committee, e organizzarono una conferenza stampa a New York City. I tre sono arrivati, sostenuti da centinaia di sostenitori dei gruppi per i diritti civili durante la conferenza stampa, in cui hanno invitato altri GI a unirsi a loro nel loro rifiuto di essere schierati. Il loro rifiuto era semplicemente un appello alla ragione: "La guerra in Vietnam deve essere fermata ... Non vogliamo parte di una guerra di sterminio. Ci opponiamo allo spreco criminale delle vite e delle risorse americane. Ci rifiutiamo di andare in Vietnam! "La polizia fu quindi inviata a consegnare The Three a Fort Dix, NJ, dove fu loro ordinato di partire immediatamente per Saigon dal comandante generale Hightower. Ancora una volta, hanno rifiutato, dichiarando illegale la guerra del Vietnam. I tre furono incarcerati, processati dalla corte marziale a settembre, e condannati a ulteriori tre anni con la Corte Suprema che rifiutava tutti gli appelli. Durante quei tre anni, centinaia di membri del servizio attivo e veterani si sentirono ispirati a unirsi al movimento contro la guerra.

Questo Almanacco della Pace ti consente di conoscere passi importanti, progressi e battute d'arresto nel movimento per la pace che si sono verificati in ogni giorno dell'anno.

Acquista l'edizione cartaceao PDF.

Vai ai file audio.

Vai al testo.

Vai alla grafica.

Questo Almanacco della Pace dovrebbe rimanere buono per ogni anno fino a quando tutta la guerra non sarà abolita e la pace sostenibile stabilita. I profitti delle vendite delle versioni stampate e PDF finanziano il lavoro di World BEYOND War.

Testo prodotto e modificato da David Swanson.

Audio registrato da Tim Pluta.

Articoli scritti da Robert Anschuetz, David Swanson, Alan Knight, Marilyn Olenick, Eleanor Millard, Erin McElfresh, Alexander Shaia, John Wilkinson, William Geimer, Peter Goldsmith, Gar Smith, Thierry Blanc e Tom Schott.

Idee per argomenti presentati da David Swanson, Robert Anschuetz, Alan Knight, Marilyn Olenick, Eleanor Millard, Darlene Coffman, David McReynolds, Richard Kane, Phil Runkel, Jill Greer, Jim Gould, Bob Stuart, Alaina Huxtable, Thierry Blanc.

Musica utilizzato su autorizzazione di "La fine della guerra" di Eric Colville.

Musica audio e missaggio di Sergio Diaz.

Grafica di Parisa Saremi.

World BEYOND War è un movimento globale non violento per porre fine alla guerra e stabilire una pace giusta e sostenibile. Miriamo a creare consapevolezza del sostegno popolare per porre fine alla guerra e sviluppare ulteriormente tale supporto. Lavoriamo per far avanzare l'idea di non solo prevenire una particolare guerra, ma di abolire l'intera istituzione. Ci sforziamo di sostituire una cultura di guerra con una di pace in cui i mezzi non violenti di risoluzione dei conflitti prendano il posto dello spargimento di sangue.

 

Una Risposta

  1. Aggiungi questo alla data, giugno 3rd:

    Il 3 giugno 1984, William Thomas ha iniziato una veglia antinucleare e di pace 24 ore al giorno, 365 giorni all'anno fuori dalla Casa Bianca, che rimane ancora come è scritto nel settembre 2019. Thomas ha vegliato per 27 anni. anni. Nel 1992 ha contribuito a lanciare la campagna di successo DC Voter Initiative 37, che ha portato a un disegno di legge presentato alla Camera dei Rappresentanti ogni sessione per un quarto di secolo (e più, speriamo) dal membro del Congresso della DC, Eleanor Holmes Norton, il "Nuclear Weapons Abolition and Legge sulla conversione economica ed energetica ". Puoi chiedere al tuo rappresentante di co-sponsorizzare questo disegno di legge a http://bit.ly/prop1petition e scopri di più sulla sua storia su http://prop1.org

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Articoli Correlati

La nostra teoria del cambiamento

Come porre fine alla guerra

Muoviti per la sfida della pace
Eventi contro la guerra
Aiutaci a crescere

I piccoli donatori ci fanno andare avanti

Se scegli di effettuare un contributo ricorrente di almeno $ 15 al mese, puoi selezionare un regalo di ringraziamento. Ringraziamo i nostri donatori ricorrenti sul nostro sito web.

Questa è la tua occasione per reimmaginare a world beyond war
Negozio WBW
Traduci in qualsiasi lingua