GENOCIDIO

Mentre il Sud Africa ha accusato Israele di genocidio, e la Corte internazionale di giustizia ha stabilito in via preliminare che il caso è plausibile e che Israele deve cessare di uccidere, e mentre diversi paesi hanno rilasciato dichiarazioni pubbliche a sostegno, abbiamo ANCORA bisogno di ciò di cui abbiamo bisogno per mesi: altri paesi presenteranno formalmente il loro sostegno al caso alla Corte internazionale di giustizia. Quindi, per favore, continuate a inviare e-mail!

We ringraziare Nicaragua! Le email inviate di seguito verranno inviate a: Brasile, Belgio, Belize, Bolivia, Cile, Colombia, Costa Rica, Cuba, Egitto, Honduras, Irlanda, Italia, Giordania, Turchia, Messico, Pakistan, Spagna

AGGIORNAMENTO: Nicaragua, Messico, Libia e Colombia hanno ora formalmente presentato dichiarazioni di intervento, e numerosi altri paesi hanno detto che lo faranno.

Progressi finora:

Aggiornamenti precedenti:

La Malesia ha fatto una dichiarazione. Così è stato Turchia. Così è stato Giordania. Così è stato Bolivia. Così hanno il 57 nazioni dell'Organizzazione dei Paesi Islamici. Così è stato Nicaragua. Così è stato Venezuela. Anche così Maldive, Namibia e Pakistan. Così è stato Colombia. Così è stato Brasil. E Cuba.

SE PUOI ESSERE ALL'AIA

La Corte internazionale di giustizia dell'Aia sta facendo il suo lavoro assumendo il procedimento giudiziario contro Israele per genocidio. Non c’è bisogno di protestare contro questo. Ma è necessario mostrare sostegno, poiché lì ci saranno manifestanti a favore della guerra che protesteranno contro lo stato di diritto. Se potete essere all'Aia l'11 e il 12 gennaio, recatevi nell'area del Palazzo della Pace, la Corte internazionale di giustizia.

Dovresti andare nelle aree gialle e verdi. Il rosso sarà una manifestazione a favore della guerra.

Puoi ottenere informazioni anche da questo canale Telegram:

https://t.me/+jpuUNDU5GDRlNWQ0

Sii pacifico. Sii non violento. Incoraggia la corte ad affrettarsi e a porre fine a questa guerra!

11 gennaio 2024 alla Corte internazionale di giustizia

12 gennaio 2024 alla Corte internazionale di giustizia

Traduci in qualsiasi lingua