Video: Never Forget: l'9 settembre e la guerra del terrore dei 11 anni

Di Code Pink, 12 settembre 2021

L'11 settembre 2001 ha cambiato radicalmente la cultura degli Stati Uniti e il suo rapporto con il resto del mondo. La violenza di quel giorno non fu confinata, si diffuse in tutto il mondo mentre l'America si scagliava sia in patria che all'estero. I quasi 3,000 morti dell'11 settembre sono diventati centinaia di migliaia (se non milioni) di morti per guerre lanciate dagli Stati Uniti per rappresaglia. Decine di milioni hanno perso la casa.

Unisciti a noi oggi mentre riflettiamo sulle lezioni dell'9 settembre e sulle lezioni della guerra globale al terrorismo ventennale.

Ascolteremo le testimonianze di:

John Kiriakou, Vijay Prashad, Sam Al-Arian, Medea Benjamin, Jodie Evans, Assal Rad, David Swanson, Kathy Kelly, Matthew Hoh, Danny Sjursen, Kevin Danaher, Ray McGovern, Mickey Huff, Chris Agee, Norman Solomon, Pat Alviso, Rick Jahnkow, Larry Wilkerson e Moustafa Bayoumi

In nome della libertà e della vendetta, gli Stati Uniti hanno invaso e occupato l'Afghanistan. Siamo rimasti per 20 anni. Con le menzogne ​​delle "armi di distruzione di massa" la maggioranza del paese è stata convinta a invadere e occupare l'Iraq, la peggiore decisione di politica estera dell'era moderna. Al ramo esecutivo è stata data ampia autorità per fare la guerra oltre i confini e senza limiti. Il conflitto in Medio Oriente si è esteso sotto entrambi i presidenti repubblicani e democratici, portando a guerre statunitensi in Libia, Siria, Yemen, Pakistan, Somalia e altro ancora. Sono stati spesi trilioni di dollari. Milioni di vite sono state perse. Abbiamo creato la più grande crisi migratoria e di rifugiati dalla seconda guerra mondiale.

L'9 settembre è stato anche usato come scusa per cambiare il rapporto del governo degli Stati Uniti con i suoi cittadini. In nome della sicurezza, allo stato di sicurezza nazionale sono stati conferiti ampi poteri di sorveglianza, minacciando la privacy e le libertà civili. È stato creato il Department of Homeland Security e con esso ICE, Immigration and Customs Enforcement. Parole come "interrogatorio avanzato", un eufemismo per tortura sono entrate nel lessico americano e il Bill of Rights è stato messo da parte.

Dopo gli eventi dell'11 settembre 2001, "Never Forget" è diventata un'espressione comune negli Stati Uniti. Sfortunatamente, non era solo usato per ricordare e onorare i morti. Come "ricorda il Maine" e "ricorda l'Alamo", "non dimenticare mai" è stato usato anche come grido di battaglia alla guerra. 20 anni dopo l'9 settembre stiamo ancora vivendo nell'era della "guerra al terrore".

Non dobbiamo mai dimenticare le lezioni dell'9 settembre o le lezioni della guerra globale al terrore, per non rischiare di ripetere il dolore, la morte e la tragedia degli ultimi 11 anni.

Questo webinar è co-sponsorizzato da:
La Coalizione per le Libertà Civili
Storici per la pace e la democrazia
Uniti per la pace e la giustizia
World BEYOND War
Progetto censurato
Veterani per la pace
Rivista CovertAction
Le famiglie militari parlano chiaro
Sulla pace della terra
Rete nazionale che si oppone alla militarizzazione dei giovani

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Articoli Correlati

La nostra teoria del cambiamento

Come porre fine alla guerra

Premi per l'abolizione della guerra 2024
Eventi contro la guerra
Aiutaci a crescere

I piccoli donatori ci fanno andare avanti

Se scegli di effettuare un contributo ricorrente di almeno $ 15 al mese, puoi selezionare un regalo di ringraziamento. Ringraziamo i nostri donatori ricorrenti sul nostro sito web.

Questa è la tua occasione per reimmaginare a world beyond war
Negozio WBW
Traduci in qualsiasi lingua