Disinvestire dal genocidio: rompere con la tua banca!

 
Chiediamo ai canadesi di firmare l'impegno a rimuovere il loro denaro dalle banche che finanziano il genocidio e a reinvestirlo in alternative più etiche, come le cooperative di credito locali.
Perché impegnarsi? Per cominciare, Scotiabank, CIBC, Bank of Montreal, RBC e TD investono molto in aziende produttrici di armi che forniscono direttamente armi che l’IDF sta utilizzando nel brutale genocidio dei palestinesi. Sono i principali finanziatori del disastro climatico, dell’occupazione e della guerra in tutto il mondo.
Leggi di più di seguito ...

OInserisci le nostre e-mail nel modulo sopra per ricevere risorse, eventi e altre opportunità per entrare in contatto con una comunità di persone impegnate a disinvestire dalle banche e a trovare alternative più etiche.

Le banche canadesi finanziano le compagnie che armano l’esercito israeliano

Il grafico seguente mostra solo pochi degli investimenti delle banche canadesi nella produzione di armi che attualmente armano Israele. Tutte le grandi banche investire pesantemente in armi, sorveglianza militare e industrie di combustibili fossili, alimentando guerre, occupazione e disastri climatici in tutto il mondo. 

Ad esempio, al cotone biologico viene applicata l'etichetta Campagna per l'abolizione delle armi nucleari riferisce che il Canada è “il quinto paese che investe di più [in aziende produttrici di armi nucleari] con un totale di 26,383,000,000 di dollari di investimenti… Incredibilmente, si tratta di quasi 1 milione di dollari PER canadese!” Le grandi banche (e Desjardins) sono tra i maggiori investitori in questa cifra. 

Secondo Traccia bancaria, Scotiabank (la controllata include Tangerine), BMO, Manulife e RBC sostengono finanziariamente gli insediamenti illegali israeliani nei territori palestinesi occupati attraverso azioni di banche israeliane. Inoltre, le banche canadesi non sono riuscite a disinvestire dalle 112 società elencate nel Database delle Nazioni Unite sulle aziende complici degli insediamenti illegali israeliani nella Palestina occupata

Credito immagine: @michaeldeforgecomics

Qual è il ruolo della mia banca?

Disastro climatico e violazioni dei diritti degli indigeni

Le banche e le società di investimento spesso cercano di manipolarci con iniziative performanti, superficiali o addirittura ambigue che pretendono di proteggere il clima (greenwashing), lavorare con le comunità indigene (lavaggio rosso), o avere un impatto sociale (lavaggio ad impatto). Ma come dice Matt Price, direttore esecutivo di Investors for Paris Compliance, recentemente dichiarato: “Nella migliore delle ipotesi, la finanza sostenibile come attualmente praticata dalle grandi banche canadesi è un placebo da 2 trilioni di dollari. Nel peggiore dei casi, si tratta di un greenwashing delle imprese ad alta intensità di carbonio, fuorviante degli investitori e del pubblico”. 

Da quando le banche canadesi hanno firmato l’accordo sul clima di Parigi nel 2016, sono diventate 5 dei 6 maggiori finanziatori mondiali di sabbie bituminose – ciò equivale a oltre 700 miliardi di dollari di investimenti. Solo RBC è il il più grande finanziatore di combustibili fossili In tutto il mondo.

Il Istituto Testa Gialla ha notato la mancanza di un'attuazione significativa del consenso libero, preventivo e informato da parte delle cinque grandi banche canadesi (un diritto delle comunità indigene delineato nell'UNDRIP). Il dilagante "redwashing" in cui le banche si nascondono oltre "processi di certificazione egoistici e vaghi principi di responsabilità sociale d'impresa (CSR)" mentre continuano a finanziare progetti che violano i diritti delle popolazioni indigene in luoghi come Standing Rock, Wet'suwet'en Yintah, e lungo l'espansione Transmountain. 

Convinto che sia ora di andare avanti?

Il disinvestimento è un modo efficace per far sapere alle banche che non acconsentiamo che il nostro denaro venga utilizzato per finanziare genocidi, violazioni dei diritti umani, colonizzazione e distruzione del clima. Collettivamente, stiamo aumentando la pressione sulle banche canadesi affinché disinvestano, reinvestendo al contempo i nostri soldi in un mondo migliore: un world beyond war.

Perché le cooperative di credito sono un’alternativa migliore alle banche?

Le cooperative di credito e le caisse populaires (Quebec) sono istituzioni finanziarie cooperative di proprietà dei membri. Ciò significa che sono posseduti e controllati dalle persone che li utilizzano, offrendo percorsi di responsabilità non disponibili presso le banche. Alcune cooperative di credito restituiscono i profitti ai membri sotto forma di dividendi, commissioni ridotte, tassi di risparmio più elevati o tassi di prestito più bassi. I profitti vengono spesso donati o investiti in iniziative della comunità locale. 

Nelle cooperative di credito sei un membro/azionista, non solo un cliente. Ciò significa che hai voce in capitolo su come viene gestita l'istituzione, incluso un voto paritario (indipendentemente dalle dimensioni del tuo account o investimento) per eleggere il consiglio di amministrazione gestito da volontari. Questo processo democratico e l’esplicito focus comunitario delle cooperative di credito le rendono generalmente un’alternativa più etica, offrendo allo stesso tempo molti degli stessi prodotti e servizi (personali e aziendali) delle grandi banche! Il tuo denaro è protetto e assicurato dal governo, proprio come in una banca. 

Utilizza questa mappa interattiva per trovare una cooperativa di credito vicino a te! https://ccua.com/about-credit-unions/find-a-credit-union/

Utilizzare questa guida dettagliata dai nostri amici di Change Course e For Our Future su come trasferire i tuoi soldi da una banca e scegliere la cooperativa di credito più adatta a te. Ne hanno anche messi insieme alcuni profili delle politiche delle cooperative di credito sui combustibili fossili

Database consultabile di Bank Green ti fornisce un rapporto sull'impatto ambientale delle banche e delle principali cooperative di credito. 

Le cooperative di credito/caisse populaires non sono immuni da investimenti o pratiche non etici come il greenwashing, il redwashing e l'impact washing. Ad esempio, Desjardins è fortemente investito Ingegneria Jacobs, che sostiene la modernizzazione delle armi nucleari. Anche se questo è davvero deludente, non scoraggiarti! COME Persone abbiamo più potere e percorsi per responsabilizzare le nostre cooperative di credito. Chiedere se hanno o si impegneranno a escludere investimenti in:


Diventando membro di una cooperativa di credito/caisse populaires, non solo ti allontani dalle banche che mettono sempre i profitti al di sopra delle persone, ma diventi anche un ulteriore sostenitore delle istituzioni finanziarie focalizzate sulla comunità. Una volta effettuato il passaggio, compila il nostro sondaggio rapido e anonimo per raccontarcelo! Questo ci aiuta a monitorare l’impatto collettivo. 

Fare un cambiamento totale in questo momento sembra schiacciante? Va bene!

Innanzitutto, firma l'impegno a trasferire i tuoi soldi non appena puoi. 

Puoi iniziare trasferendo una parte dei tuoi risparmi dalla tua banca a una cooperativa di credito locale. Lo spostamento di una somma forfettaria di risparmi colpirà la tua banca dove potranno sentirlo. Fai sapere alla tua banca perché stai andando avanti! Abbiamo redatto un nota di rottura per aiutarvi.

Trasferire i conti di risparmio e quelli correnti a una cooperativa di credito/caisse populaire è piuttosto semplice, ma i fondi e le azioni in cui hai investito personalmente in qualsiasi istituto finanziario potrebbe essere problematico. Ecco alcuni modi per esplorare...

Scopri in cosa hai investito

Hai un elenco aggiornato delle tue attuali partecipazioni azionarie e/o dei fondi in cui hai investito? Puoi chiederlo al tuo consulente finanziario se ne hai uno. Per i fondi amministrati da un istituto (ad esempio un RRSP di gruppo tramite un datore di lavoro), questi possono essere facilmente disponibili online oppure è possibile richiederli all'istituto. 

Quindi, controlla quelle aziende! Sono disponibili molti strumenti per verificare se fondi o aziende sono investiti in armi, nucleare, incarcerazioni di massa, occupazioni, sorveglianza e confini o combustibili fossili:

Non sei soddisfatto di questi investimenti? Disinvestire!

Potresti scegliere diverse opzioni a seconda della tua situazione e dell'investimento. Se hai investito individualmente in un fondo o in una società non etica, la soluzione è più semplice perché ne hai il controllo! Parla con il tuo consulente finanziario delle esclusioni rigide (ad esempio "Non voglio investire in nessuna società coinvolta nell'industria delle armi, delle carceri, dei combustibili fossili o dell'estrazione mineraria, e voglio escludere le 112 società elencate in il database delle Nazioni Unite come complice dei crimini di guerra israeliani"). 

Considera che le opzioni di "investimento responsabile" possono includere investimenti in governi, aziende "verdi" e banche che sostengono la guerra, l'occupazione, la sorveglianza, ecc. Puoi chiedere ed escludere qualsiasi cosa: è il tuo i soldi!

Se il tuo istituto offre fondi problematici, fai pressione affinché disinvesta da fondi particolari e offra fondi etici, oppure chiedi al gestore del fondo di rimuovere le società problematiche dai fondi (se ce ne sono solo alcune). Questa è una mossa potente – vedi se riesci a lavorare con altri per fare queste chiamate istituzionali! Spingere affinché le istituzioni e i gestori di fondi creino chiaro e specifico politiche per ciò che escludono e includono negli investimenti. Guardare https://worldbeyondwar.org/divest/ per kit di strumenti ed esempi di campagne di disinvestimento di successo rivolte a istituzioni, città e scuole!

Il tuo piano pensionistico è investito in crimini di guerra? Per la maggior parte dei canadesi lo è assolutamente. Dai un'occhiata alle nostre campagne di disinvestimento mirate a Piano pensionistico canadese e la Piano pensionistico degli insegnanti dell'Ontario

Investire in Qualcosa con cui puoi sentirti bene!

Le tue scelte di investimento sono altrettanto potenti quanto le tue scelte di disinvestimento! Se hai il controllo individuale sui tuoi investimenti, alcuni degli strumenti/database sopra elencati possono aiutarti a trovare investimenti con cui puoi sentirti a tuo agio (ad es. https://fossilfreefunds.org/). 

Considerare a strategia di investimento ad impatto comunitario che infonde capitale in progetti locali con benefici sociali e/o ambientali. Dà priorità all’azione e all’autodeterminazione delle comunità spesso escluse dagli investimenti convenzionali. 

Dì al tuo consulente finanziario cosa vorresti investire in e quali opzioni hanno. Potresti cercare un consulente finanziario specializzato in investimenti socialmente responsabili. Non aver paura di fare domande, di essere specifico e di essere insistente:questi sono i tuoi soldi, non i loro!

E il mio mutuo?

Non possiamo dirvi cosa è meglio fare per quanto riguarda mutui o altri prestiti tramite banche. La tempistica e la considerazione di ciò saranno caso per caso. Ma vale sicuramente la pena esaminarlo: disinvestire il mutuo è un'operazione particolarmente mossa potente! Il tuo nuovo prestatore, come una cooperativa di credito, potrebbe anche farlo contribuire a coprire i costi associati al passaggio. Parla con le cooperative di credito del tuo interesse a trasferire il tuo mutuo e vedi cosa possono offrire.

Webinar sulla rottura con la tua banca

Il 20 marzo 2024 Toronto World BEYOND War ha ospitato un dibattito di supporto per favorire la comprensione su:

1) I modi in cui le banche canadesi finanziano il colonialismo, l’occupazione, la guerra e il disastro climatico. Inclusa un'attenzione particolare alla complicità delle banche canadesi nel colonialismo dei coloni e nel genocidio sull'Isola delle Tartarughe e in Palestina.

2) Come spostare i vostri conti finanziari e investimenti verso alternative più etiche, come le cooperative di credito di proprietà dei membri.

3) Risorse per trovare sostegno collettivo per disinvestire dalla violenza e reinvestire in un futuro migliore per tutti!

Grazie ai nostri incredibili relatori Eve Saint, Karen Rodman e Tim Nash.

Traduci in qualsiasi lingua