Perché gli Stati Uniti hanno speso 320 milioni di dollari per un molo Rube Goldberg per Gaza? 

Del colonnello (in pensione) dell'esercito americano Ann Wright, World BEYOND War, Maggio 16, 2024

Mentre ero nell'esercito americano e nelle riserve dell'esercito per 29 anni, pensavo di aver visto alcune cose piuttosto stupide che i politici avevano detto ai militari di fare. Si inizia sempre con i politici che decidono che la soluzione più semplice e sensata a un problema avrebbe un peso politico eccessivo e costerebbe loro voti alle prossime elezioni. Quindi cercano una soluzione politicamente conveniente, che sia invariabilmente molto costosa e contorta.

Tentativo di una soluzione militare per un problema politico/diplomatico – ANCORA!!!

In questo senso, troppo spesso, i politici si rivolgono all’esercito americano per trovare una soluzione a un problema non militare. Quindi qualche personalità di tipo A nell'esercito presenta un'idea stravagante ai politici, probabilmente senza mai pensare che l'idea sarebbe stata accettata. Poi si accetta di tirare fuori i politici dai guai, e la cosa successiva che si sa è che l'idea folle di Rube Goldberg viene finanziata.

Questo scenario incredibile è quello che è successo con l’arrivo degli aiuti umanitari a Gaza per i sopravvissuti alla fame del genocidio israeliano di Gaza. Invece del presidente Biden che traccia una linea rossa sulla sabbia di Israele/Gaza/Egitto chiedendo che Israele consenta l'ingresso a Gaza dei chilometri di autotreni carichi di cibo e medicine che sono rimasti bloccati per mesi al valico di frontiera di Rafah, l'inetto gruppo diplomatico di Biden, ha inviato una richiesta di aiuto alle forze armate statunitensi.

E l’esercito statunitense, sempre alla ricerca di una conferma delle sue immense “capacità”, ha colto l’opportunità di utilizzare una delle sue risorse poco conosciute: il Logistica congiunta dell'esercito oltre la costa, o JLOTS, un sistema che fornisce ponti e capacità di accesso all’acqua, per aiutare i falliti sforzi diplomatici degli Stati Uniti volti a convincere il “più forte alleato degli Stati Uniti in Medio Oriente” a porre fine alla fame di centinaia di migliaia di palestinesi a Gaza, consentendo agli enormi convogli di camion pieni di cibo e medicinali a Gaza.

Normalmente utilizzata per spostare attrezzature militari attraverso fiumi dove i ponti sono stati fatti saltare, molte volte dalle stesse forze armate statunitensi, e talvolta per trasferire attrezzature militari da una nave a riva, la piccola marina dell'esercito americano entrò in azione e iniziò a navigare verso il Mediterraneo. Navi dell'esercito piene di chiatte che possono essere bloccate insieme per formare banchine di sbarco e strade rialzate.

Complesso Rube Goldberg di idee di costruzione e trasporto

In un complesso di costruzioni e trasporti di Rube Goldberg, l'esercito americano ha ancorato al fondale marino tre miglia al largo della costa settentrionale di Gaza un sistema di pontili galleggianti su cui possono attraccare grandi navi mercantili.

Le navi mercantili scaricheranno pallet e possibilmente carichi di container di cibo confezionato a lunga conservazione e forniture mediche per assistenza umanitaria sul molo al largo di 3 miglia. Questo carico sarà stato sottoposto ad ispezione da parte delle autorità israeliane nel porto di Larnaca, Cipro, a 200 miglia da Gaza.

Il processo di ispezione prevede La dogana cipriota, le squadre israeliane, gli Stati Uniti e l'Ufficio delle Nazioni Unite per i servizi progettuali. L'Agenzia statunitense per lo sviluppo internazionale ha istituito una cellula di coordinamento a Cipro.

Dalle navi mercantili, cibo e forniture mediche verranno trasferiti sul retro dei camion dell'esercito americano (probabilmente camion da 2.5 tonnellate) che sono arrivati ​​sul molo galleggiante portati lì da due tipi di imbarcazioni dell'esercito più piccole: Navi di supporto logistico, o LSV, e imbarcazioni utilitarie da sbarco, LCU. Gli LSV possono contenere 15 camion ciascuno e le LCU circa cinque.

I camion da 2.5 tonnellate caricati verranno riportati sugli LSV e guidati per 3 miglia fino al secondo sistema di pontili galleggianti costruito dalle forze armate statunitensi.

I camion verranno poi condotti dagli LSV sul secondo molo e lungo una strada rialzata a due corsie, lunga 1,800 piedi (sei campi da football americano), ancorata sulla terra di Gaza dall'esercito israeliano. La strada rialzata sarà ancorata alle coste di Gaza dall’esercito israeliano perché all’esercito americano è vietato avere “stivali a terra” a Gaza.

I camion carichi di cibo e forniture mediche vengono poi portati da qualche parte... e le forniture distribuite da qualche organizzazione... ancora da determinare secondo le ultime notizie.

I camion vuoti vengono quindi riportati indietro lungo la strada rialzata a due corsie di 1,800 piedi fino al molo galleggiante dove vengono guidati nei piccoli LSV e gli LSV tornano indietro per 3 miglia fino al molo offshore più grande e il processo ricomincia. La lunga strada rialzata dovrebbe essere motivo di allarme per gli automobilisti poiché i venti e le onde hanno influenzato la costruzione della strada rialzata in modo così drammatico che la maggior parte della strada rialzata è stata assemblata secondo le modalità calme di Ashdod, porto israeliano dopo che i venti e le onde hanno reso necessaria la costruzione della strada rialzata sul posto al largo di Gaza impossibile. Parti della strada rialzata vengono ora rimorchiate per 20 miglia dal porto di Ashdod al nord di Gaza per essere collegate in posizione.

Mentre migliaia di camion carichi di merci attendono al valico di frontiera di Rafah, ci vorranno 2,000 camion per svuotare ogni nave mercantile da 5,000 tonnellate  

Se una grande nave mercantile ha 5,000 tonnellate di cibo e forniture mediche da scaricare e se ciascun camion può contenere 2.5 tonnellate di carico, occorreranno 2,000 camion per prelevare il carico da una nave. Se ci sono 15 camion su ciascun LSV, i LSV dovranno effettuare 133 viaggi per portare i camion alla strada rialzata di 1,800 piedi.

Se venissero utilizzate principalmente le LCU che trasportano solo cinque camion, sarebbero necessari 400 viaggi per portare il carico a riva.

2,000 camion per scaricare UNA nave che percorre 1,800 piedi su una strada rialzata che sarà pericolosamente influenzata dalle maree, dai venti e dalle onde è una ricetta per il disastro.

Israele bombarderà i moli, i moli e la strada rialzata? Ricordatevi della USS Liberty!

È alta la possibilità/probabilità che jet militari, droni e artiglieria israeliani possano “erroneamente” prendere di mira il complesso del molo… oppure Hamas o altri gruppi militanti possano decidere che la complicità degli Stati Uniti nel genocidio di oltre 35,000 palestinesi a Gaza supera le scarse risorse alimentari e mediche le forniture che gli Stati Uniti stanno portando a Gaza rappresentano un altro aspetto della ricetta del disastro per il molo americano Rube Goldberg.

Il personale militare americano dovrebbe ricordare l’attacco israeliano contro una nave militare americana, la USS Liberty. Nel 1967, l'esercito israeliano bombardò e silurò una nave americana al largo di Gaza uccidendo 34 persone e ferendone 171 e quasi affondò la nave. L'insabbiamento da parte degli Stati Uniti del brutale attacco letale del suo alleato Israele contro una nave militare americana continua ancora oggi, così come la complicità degli Stati Uniti nel genocidio israeliano di Gaza.

Il mondo NON dimenticherà

I palestinesi di Gaza e i cittadini di tutto il mondo non dimenticheranno che chilometri di rifornimenti sono a pochi metri da Gaza, al valico di Rafah, e gli Stati Uniti non eserciteranno pressioni su Israele affinché apra i cancelli a Rafah, offrendo invece una soluzione costosa e idiota per un problema facilmente risolvibile.

 

Informazioni sull'autore: Ann Wright ha prestato servizio per 29 anni nell'esercito americano/riserve dell'esercito e si è ritirata come colonnello. È stata diplomatica statunitense per 16 anni e si è dimessa nel marzo 2003 in opposizione alla guerra degli Stati Uniti in Iraq. È coautrice di “Dissent: Voices of Conscience”.

Risposte 2

  1. Idioti! Sarebbe così divertente che esistessero persone come questi stupidi americani, se non fosse per il fatto che più di 35,000, per lo più bambini e donne, sono stati massacrati dal mostruoso assassino Netanyahu con la benedizione di Biden. TRAGICO!!!

  2. Grazie Ann Wright per aver spiegato i dettagli di questo molo al largo della costa di Gaza. È una soluzione folle e inutilmente stupida alla tragedia che si consuma lì e dovremmo credere che sia efficace? Gli Stati Uniti e Israele devono pensare che siamo degli idioti! Con l'uso dei media, c'è ovviamente l'intento di logorarci tutti con fatti banali che influenzeranno la nostra “breve capacità di attenzione” fino a diventare un dannato fastidio, e alla fine ci “disconnetteremo” dall'esasperazione. Ebbene questa volta non funzionerà! Non dimenticheremo mai questo crimine opportunistico contro l’umanità. MAI! Sono così orgoglioso del rifiuto degli studenti di sopportare ancora queste palesi bugie che ci vengono propinate.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Articoli Correlati

La nostra teoria del cambiamento

Come porre fine alla guerra

Muoviti per la sfida della pace
Eventi contro la guerra
Aiutaci a crescere

I piccoli donatori ci fanno andare avanti

Se scegli di effettuare un contributo ricorrente di almeno $ 15 al mese, puoi selezionare un regalo di ringraziamento. Ringraziamo i nostri donatori ricorrenti sul nostro sito web.

Questa è la tua occasione per reimmaginare a world beyond war
Negozio WBW
Traduci in qualsiasi lingua