Per le élite dei media, il criminale di guerra Henry Kissinger era un grande uomo

Di Norman Solomon, World BEYOND WarNovembre 30, 2023

Per i mass media statunitensi, la battuta di Henry Kissinger secondo cui “il potere è l'afrodisiaco supremo” suonava vera. Reporter ed esperti influenti spesso esprimevano il loro amore per lui. L’establishment dei media continuava a svenire per uno dei peggiori criminali di guerra della storia moderna.

Dopo che mercoledì sera è arrivata la notizia della sua morte, una copertura di rilievo ha fatto eco a quella che lo aveva seguito fin dai suoi anni con il presidente Richard Nixon, mentre si univano per supervisionare la vasta carneficina nel sud-est asiatico.

Il titolo di un notiziario del Washington Post riassumeva: “Henry Kissinger muore a 100 anni. Il noto statista e studioso aveva un potere senza pari sulla politica estera”.

Ma può un criminale di guerra essere davvero un “noto statista”?

Il New York Times in alto storia iniziò descrivendo Kissinger come uno “studioso diventato diplomatico che progettò l’apertura degli Stati Uniti alla Cina, negoziò la sua uscita dal Vietnam e usò astuzia, ambizione e intelletto per ricostruire i rapporti di potere americani con l’Unione Sovietica al tempo del Freddo”. La guerra, a volte calpestando i valori democratici per farlo”.

E così, il Times mise in luce il ruolo di Kissinger nell'“uscita degli Stati Uniti dal Vietnam” nel 1973 – ma non il suo ruolo nei quattro anni precedenti, supervisionando il massacro spietato in una guerra che costò diversi milioni di vite.

"Se non si considerano coloro che morirono di malattie, fame o mancanza di cure mediche, secondo i ricercatori della Harvard Medical School e dell'Università di Washington, almeno 3.8 milioni di vietnamiti morirono di morte violenta in guerra", ha affermato lo storico e giornalista Nick Turse. noto. Ha aggiunto: “La migliore stima che abbiamo è che 2 milioni di loro fossero civili. Utilizzando un’estrapolazione molto conservativa, ciò suggerisce che 5.3 milioni di civili furono feriti durante la guerra, per un totale di 7.3 milioni di vittime civili vietnamite in totale. A tali cifre si potrebbero aggiungere circa 11.7 milioni di vietnamiti costretti a lasciare le proprie case e trasformati in rifugiati 4.8 milioni spruzzati con erbicidi tossici come l’Agente Arancio, si stima che da 800,000 a 1.3 milioni di orfani di guerra e 1 milione di vedove di guerra”.

Tutto sommato, durante il suo periodo al governo, Kissinger ha supervisionato politiche che hanno tolto la vita almeno 3 milione di persone.

Henry Kissinger fu il principale funzionario americano che supportato il colpo di stato dell’11 settembre 1973 abbattuto il governo democraticamente eletto di Salvador Allende in Cile – che ha dato inizio a 17 anni di dittatura, con omicidi e torture sistematiche (“calpestando i valori democratici” nel gergo del Times).

Kissinger rimase segretario di stato durante la presidenza di Gerald Ford. Le macchinazioni letali continuarono in molti luoghi, inclusa Timor Est nell’arcipelago indonesiano. “Sotto la direzione di Kissinger, gli Stati Uniti ha dato il via libera all’invasione indonesiana di Timor Est (oggi Timor Est) del 1975, che inaugurò una brutale occupazione durata 24 anni da parte della dittatura di Suharto”, ha dichiarato l’organizzazione per i diritti umani ETAN. segnalati. “L’occupazione indonesiana di Timor Est e Papua Occidentale è stata resa possibile dalle armi e dall’addestramento statunitense. Questo flusso illegale di armi contravveniva alle intenzioni del Congresso, eppure Kissinger si vantava della sua capacità di continuare le spedizioni di armi a Suharto.

“Queste armi erano essenziali per il consolidamento del controllo militare da parte del dittatore indonesiano sia a Timor Est che a Papua Occidentale, e queste occupazioni costarono la vita a centinaia di migliaia di civili timoresi e papuasi. La politica di Kissinger nei confronti della Papua occidentale ha consentito alla multinazionale statunitense Freeport McMoRan di perseguire i propri interessi minerari nella regione, il che ha provocato terribili abusi sui diritti umani e sull'ambiente; Kissinger è stato premiato con un posto nel Consiglio di amministrazione dal 1995 al 2001”.

Adesso questo è l'opera di un noto statista.

Le relazioni amorose professionali tra Kissinger e molti giornalisti americani durarono dal momento in cui prese in mano il volante della politica estera statunitense quando Nixon divenne presidente all’inizio del 1969. Nel sud-est asiatico, l’agenda andava ben oltre il Vietnam.

Nixon e Kissinger massacravano regolarmente i civili in Laos, come documentò Fred Branfman nel libro del 1972 “Voci dalla Piana delle Giare.” Decenni dopo mi disse: “Sono rimasto scioccato nel profondo del mio essere quando mi sono ritrovato a intervistare contadini laotiani, tra le persone più oneste, umane e gentili sulla Terra, che descrivevano di aver vissuto sottoterra per anni e anni, mentre vedevano innumerevoli compagni abitanti dei villaggi e familiari bruciati vivi dal napalm, soffocati da bombe da 500 libbre e fatti a pezzi dalle bombe antiuomo sganciate dal mio paese, gli Stati Uniti”.

Le scoperte di Branfman lo portarono ad analizzare attentamente la politica statunitense: “Appresi presto che un piccolo gruppo di leader americani, un ramo esecutivo americano guidato da Lyndon Johnson, Richard Nixon e Henry Kissinger, se ne era fatto carico – senza nemmeno informare e tanto meno consultare il Congresso o pubblico americano – per bombardare massicciamente il Laos e uccidere decine di migliaia di civili laotiani innocenti, che non sapevano nemmeno dove fosse l’America, per non parlare di commettere un reato contro di essa. Gli obiettivi dei bombardamenti statunitensi erano quasi interamente villaggi civili abitati da contadini, soprattutto anziani e bambini che non potevano sopravvivere nella foresta. I soldati dell’altra parte si sono spostati attraverso le regioni fitte di foreste del Laos e sono rimasti per lo più indenni dai bombardamenti”.

La guerra degli Stati Uniti nel sud-est asiatico è stata devastante anche per la Cambogia. Consideriamo alcune parole del compianto Anthony Bourdain, che ha illuminato molto sui cibi e sulle culture del mondo. All'inizio di questo secolo, Bourdain ha scritto: “Una volta che sei stato in Cambogia, non smetterai mai di voler picchiare a morte Henry Kissinger a mani nude. Non sarai mai più in grado di aprire un giornale e leggere di quel pezzo di merda traditore, prevaricatore e assassino che si siede per una bella chiacchierata con Charlie Rose o partecipa a un evento in abito da sera per una nuova rivista patinata senza soffocare. Osserva ciò che Henry ha fatto in Cambogia – i frutti del suo genio statista – e non capirai mai perché non è seduto sul banco degli imputati dell’Aia accanto a [Slobodan] Milošević”.

Bourdain ha aggiunto che mentre Kissinger continuava a intrattenersi alle feste di serie A, “la Cambogia, la nazione neutrale che ha segretamente e illegalmente bombardato, invaso, minato e poi gettato in pasto ai cani, sta ancora cercando di rialzarsi sull’unica gamba rimasta. "

Ma nei corridoi del potere mediatico americano, Henry Kissinger non perse mai la sua brillantezza.

Tra i giornalisti in deliquio c'era Ted Koppel della ABC, che ha informato i telespettatori dell'accaduto Nightline programma nel 1992: “Se vuoi una visione chiara della politica estera, qualcuno che ti porti oltre la saggezza convenzionale del momento, è difficile fare meglio di Henry Kissinger”. Essendo uno dei giornalisti televisivi più influenti dell'epoca, Koppel non si accontentò di dichiararsi solo "orgoglioso di essere amico di Henry Kissinger". Il famoso giornalista ha lodato il suo amico come “certamente uno dei due o tre grandi segretari di stato del nostro secolo”.

___________________________

Norman Solomon è direttore nazionale di RootsAction.org e direttore esecutivo dell'Institute for Public Accuracy. È autore di numerosi libri tra cui La guerra è facile. Il suo ultimo libro, La guerra resa invisibile: come l'America nasconde il bilancio umano della sua macchina militare, è stato pubblicato nell'estate 2023 da The New Press.

Risposte 3

  1. Questo è quello che cerco di dire dal primo giorno! Anche dopo che sono nato! È chi ha più OLIO 🛢 per controllare il mondo 🌎. Ciò accadde quando Richard Nixon e il Golden standard furono scambiati con OIL 🛢 e Lng . Ho solo 1 anni ma mi tolgo i guanti e il mondo ha bisogno di conoscere le nostre atrocità per WAR e il MIC che lo controlla! 40
    Milioni di dollari fiat* maledetti aspiranti che non saranno più nel tuo conto bancario dell'Ignoranza perché sono i ciechi che guidano i ciechi come limoni che saltano giù dal dirupo come in un videogioco di strategia quando ero al liceo 🏫🙄! Suggerimento, suggerimento alla fine! Lol.

  2. Sono così felice di aver vissuto abbastanza a lungo da vedere il giorno in cui questo fottuto bastardo è morto. Gli orribili criminali di guerra, come lei ha detto, non sono statisti. Quando i miei figli parlano di quanto sia stronzo Trump, dico che le cose non sono cambiate dato che non era un giorno in spiaggia a guardare Nixon e Kissinger uccidere milioni di persone in tutto il mondo. Ero pronto a partire per il Canada, ma il mio numero fortunato della lotteria era 356. L'anno successivo l'esercito si offrì volontario. Spero che Henry the K marcisca all'inferno con Nixon e tutti gli altri criminali di guerra americani che hanno ingannato la forca. Almeno c'è una cosa da segnalare sulla politica nel 2023. Andata!!!

  3. Sono così felice di aver vissuto abbastanza a lungo da vedere il giorno in cui questo fottuto bastardo è morto. Gli orribili criminali di guerra, come lei ha detto, non sono statisti. Quando i miei figli parlano di quanto sia stronzo Trump, dico che le cose non sono cambiate dato che non era un giorno in spiaggia a guardare Nixon e Kissinger uccidere milioni di persone in tutto il mondo. Ero pronto a partire per il Canada, ma il mio numero fortunato della lotteria era 356. L'anno successivo l'esercito si offrì volontario. Spero che Henry the K marcisca all'inferno con Nixon e tutti gli altri criminali di guerra americani che hanno ingannato la forca. Almeno c'è una cosa buona da segnalare sulla politica nel 2023. Andata!!!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Articoli Correlati

La nostra teoria del cambiamento

Come porre fine alla guerra

Festival del cinema WBW 2024
Eventi contro la guerra
Aiutaci a crescere

I piccoli donatori ci fanno andare avanti

Se scegli di effettuare un contributo ricorrente di almeno $ 15 al mese, puoi selezionare un regalo di ringraziamento. Ringraziamo i nostri donatori ricorrenti sul nostro sito web.

Questa è la tua occasione per reimmaginare a world beyond war
Negozio WBW
Traduci in qualsiasi lingua