Nessun profitto dalla morte dei palestinesi

Gli insegnanti dell’Ontario chiedono il disinvestimento del piano pensionistico per i crimini di guerra israeliani

Siamo un gruppo di beneficiari dell'OTPP (Ontario Teachers Pension Plan) che sono profondamente turbati da ciò le nostre pensioni vengono investite in produttori di armi che contribuiscono direttamente e traggono profitto dagli attacchi israeliani contro i palestinesi a Gaza. 

Gli attacchi israeliani hanno ucciso o ferito più di 100mila palestinesi. Dei 30mila uccisi la maggioranza – 20mila – sono donne e bambini. 

Israele continua a farlo sfidare una risoluzione unanime del Consiglio di Sicurezza chiedendo un cessate il fuoco e sfidare un ordine della corte di giustizia internazionale garantire la fornitura di aiuti umanitari a Gaza. 

Le organizzazioni per i diritti umani più rispettate al mondo – tra cui l’ONU, Amnesty International, Human Rights Watch e B’Tselem – hanno documentato molteplici crimini di guerra commessi dall’esercito israeliano (vedi qui qui qui qui qui ed qui) che riceve armi e componenti dalle seguenti società partecipate dall'OTPP: Raytheon, Textron e General Electric. (Vedi i dettagli del coinvolgimento di ciascuna azienda sotto).

Come insegnanti dell’Ontario abbiamo trascorso gran parte della nostra vita impegnandoci a rispettare il dovere esplicito imposto dal Teachers Profession Act di “promuovere il rispetto dei diritti umani” e di “esaminare criticamente la questione dell’impatto del militarismo e della guerra sui bambini” (Statuto dell'OTF).

Questi investimenti dell’OTPP sono direttamente complici dell’uccisione di oltre 12,000 bambini a Gaza, lasciandone altre migliaia con lesioni fisiche e mentali che ne alterano la vita, quindi è assolutamente nostro dovere – e quello di ogni leader affiliato dell’OTF – chiedere che il piano di dismissione da questi immediatamente le aziende. 

Insegnanti dell’Ontario e membri del piano pensionistico degli insegnanti dell’Ontario — Agisci qui per chiedere al tuo piano pensionistico di interrompere i finanziamenti e i profitti derivanti dai crimini di guerra israeliani:

Le società che armano Israele in cui sta investendo l’OTPP

general Electric: Il 25° produttore di armi più grande al mondo, General Electric produce motori Turboalbero T700 per Gli elicotteri Apache della Boeing che vengono attualmente utilizzati per lanciare missili su Gaza.

Tesoro: Has provided jet engines and related services to Israel’s Ministry of Defense, including to trainer fighter jet planes. Its Ontario operations supply components for Lockheed Martin’s F-35 aircraft. The Israeli versions of these fighter jets, known as F35I Adirs, are being used by the Israeli Air Force in its deadly bombing campaign of Gaza.

Leido: Ha fornito a Israele tecnologie di screening utilizzate in diversi posti di blocco militari nei territori palestinesi occupati. I body scanner SafeView dell'azienda sono stati installati ai checkpoint di Qalandia, Betlemme e Sha'ar Efraim (Irtach) nella Cisgiordania occupata. Inoltre, gli scanner SafeView e ProVision sono stati installati al checkpoint di Erez nella Striscia di Gaza.

Lockheed Martin: The world’s largest military company, it manufactures multiple weapon systems that are routinely used in war crimes against Palestinian civilians including the F16 and F35 fighter jets, warplanes used extensively in the Gaza bombardment of 2014 and 2021, and being used by the IDF in 2023-2024 as well. Lockheed Martin manufactures AGM-114 Hellfire missiles for Israel’s Apache helicopters. One of the main weapon types used in aerial attacks on Gaza, these missiles have been used extensively in 2023-2024.

Northrop Grumman: The world’s sixth largest weapon manufacturer, it supplies the Israeli Air Force with the Longbow missile delivery system for its Apache attack helicopters and laser weapon delivery systems for its fighter jets. It has also supplied the Israeli Navy with Sa’ar 5 warships, which have participated in the assault on Gaza.

Palantizzare: A high-tech mass surveillance company that has been fornitura its AI-powered tools to the Israeli security forces for many years. Since Oct. 7, it has been “seeing high demand from Israel for new tools,” and has been fornitura Israel with more products than before. In January, it inserito a “strategic partnership” with Israel’s Ministry of Defense to “help the country’s war effort.” Palantir CEO Alex Karp disse in November, “I am proud that we are supporting Israel in every way we can.”

Raytheon (RTX): The world’s second-largest military company, RTX (formerly Raytheon) manufactures missiles, bombs, components for fighter jets, and other weapon systems used by the Israeli military against Palestinian civilians. Notably, RTX supplies the Israeli Air Force with guided air-to-surface missiles for its F-16 fighter jets, as well as cluster bombs and bunker busters, which have consistently been used against Gaza’s civilian population and infrastructure. On an Oct. 24 call with investors, RTX CEO, Greg Hayes, disse, "Penso che in realtà nell'intero portafoglio Raytheon si vedrà un vantaggio da questo ripopolamento." In seguito ha aggiunto: “Il nostro obiettivo in questo momento è come sostenere le forze di difesa israeliane? Come possiamo assicurarci che abbiano ciò di cui hanno bisogno per poter difendere il loro Paese”.

Textron: un appaltatore militare con sede negli Stati Uniti noto per i suoi marchi di aerei Bell, Beechcraft, Cessna e Hawker. Lo squadrone 100 dell'aeronautica israeliana, che ha supportato le truppe militari di terra israeliane a Gaza, utilizza diversi velivoli Textron, tra cui il Beechcraft King Air, Queen Air, RC12-D Guardrail e Bonanza A-36.

Maggiori informazioni sull'obbligo di disinvestimento dell'OTPP

Il nostro dovere di “rispettare i diritti umani” ci impone di ascoltare la Corte internazionale di giustizia e le centinaia di studiosi internazionali di diritto dei diritti umani e studiosi del genocidio che hanno affermato che Israele è molto probabilmente usando queste armi per commettere un genocidio.

Questi investimenti rappresentano una violazione diretta della politica espressa di più affiliati del piano. La politica dell’OSSTF afferma esplicitamente che: 

I piani pensionistici ai quali contribuiscono i membri dell’OSSTF/FEESO non dovrebbero investire in società che contribuiscono a uccidere, torturare, privare della libertà o altre violazioni dei diritti umani.

La politica dell’OECTA dice: 

Ove possibile e ragionevole, il piano [dovrebbe] non investire in società o loro filiali, nazionali o straniere, che producono munizioni, armamenti o tecnologie di guerra, e [dovrebbe] disinvestire da qualsiasi partecipazione corrente in dette società.

Sebbene le armi e i componenti che queste aziende producono e vendono a Israele non rientrano tra quelli già esclusi dall’OTPP e dalle sue politiche di “investimento responsabile”, l’OTPP si è impegnato a “un processo continuo per identificare e valutare le aziende associate a gravi controversie. "

C'è qualche controversia più grave del genocidio

Siamo ben consapevoli dell’affermazione del Piano secondo cui esso è più efficace nell’affrontare le questioni relative ai diritti umani attraverso il “coinvolgimento”. Siamo inoltre ben consapevoli del “dovere fiduciario” del piano e del custode del piano nei confronti dei beneficiari. 

Tuttavia, il piano stesso ammette che alcuni investimenti creano “rischi inconciliabili”. In effetti, è per questo motivo che il piano ha escluso le società del tabacco, ritenendo che i rischi morali e reputazionali superino i benefici finanziari. 

L’omicidio di bambini e il crimine di genocidio, sebbene chiaramente redditizi, sono inconciliabili con gli interessi a lungo termine degli insegnanti dell’Ontario. 

È giunto il momento che l’OTPP adempia ai suoi doveri morali e normativi e si disinvesta raggiotheon, Textron e General Electric immediatamente. 

Grafica della campagna

Grafica quadrata
Grafica orizzontale
Traduci in qualsiasi lingua