Livelli elevati di PFAS trovati nelle ostriche e nel fiume St. Mary

St Mary's River, Maryland, Stati Uniti d'America
La schiuma tossica PFAS si raccoglie sulla mia spiaggia sulla sponda nord di St. Inigoes Creek, direttamente di fronte al Webster Outlying Field del Patuxent River Naval Air Station nel Maryland. La schiuma si accumula quando arriva la marea e il vento soffia da sud.

Di Pat Elder, 10 di ottobre, 2020

I risultati dei test pubblicati questa settimana dalla St. Mary's River Watershed Association e dal Maryland Department of the Environment (MDE) indicano alti livelli di tossicità da PFAS nelle ostriche e nell'acqua del fiume associati all'uso delle sostanze chimiche nel Webster Outlying Field del fiume Patuxent Naval Air Station (Webster Field) a St. Inigoes, nel Maryland. La base si trova vicino alla punta meridionale della contea di St. Mary, MD.

I risultati mostrano che le ostriche nel fiume vicino a Church Point ea St. Inigoes Creek contenevano più di 1,000 parti per trilione (ppt) di sostanze chimiche altamente tossiche. Le ostriche sono state analizzate da Eurofins, leader mondiale nei test PFAS. L'analisi è stata eseguita per conto della St. Mary's River Watershed Association e sostenuta finanziariamente da dipendenti pubblici per la responsabilità ambientale,  PARI.

Nel frattempo, dati rilasciati dalla MDE  hanno mostrato livelli di PFAS a 13.45 ng / l (nanogrammi per litro o parti per trilione) nell'acqua del fiume a circa 2,300 piedi a ovest di Webster Field. Sulla base di questi risultati, il MDE riporta: "I risultati della valutazione del rischio per la salute pubblica del PFAS per l'esposizione alle acque superficiali ricreative e il consumo di ostriche erano molto bassi". Un esame dell'acqua contaminata da PFAS a livelli simili in altri stati, tuttavia, mostra che la vita acquatica conteneva alti livelli di tossine, a causa della natura bioaccumulativa delle sostanze chimiche.

Church Point, nel Maryland

Un'ostrica raccolta a Church Point al St. Mary's College del Maryland conteneva 1,100 ppt di acido fluorotelomero solfonico 6: 2, (FTSA) mentre i bivalvi di St. Inigoes Creek erano contaminati con 800 ppt di acido perfluorobutanoico, (PFBA) e 220 ppt di acido perfluoropentanoico, (PFPeA).

I principali funzionari della sanità pubblica della nazione ci avvertono non consumare più di 1 ppt delle tossine al giorno nell'acqua potabile. Le sostanze chimiche PFAS sono collegate a una serie di tumori, anomalie fetali e malattie infantili, tra cui autismo, asma e disturbo da deficit di attenzione. Le persone non dovrebbero mangiare queste ostriche, specialmente le donne che potrebbero essere incinte. 

In Maryland, la responsabilità del controllo sanitario delle ostriche è suddivisa tra tre agenzie statali: Maryland Department of Environment (MDE), Department of Natural Resources (DNR) e Department of Health and Mental Hygiene (DHMH). Queste agenzie non sono riuscite a proteggere la salute pubblica mentre quella dell'amministrazione Trump L'EPA ha standard rilassati per quanto riguarda la contaminazione da PFAS. Quando gli stati hanno citato in giudizio il Dipartimento della Difesa per avvelenamento di cibo e acqua, il DOD ha risposto rivendicando "l'immunità sovrana", il che significa che si riservano il diritto di contaminare i corsi d'acqua a causa di considerazioni di sicurezza nazionale. 

Uno sguardo più da vicino alla scienza: ostriche contaminate

Informazioni nutrizionali su un pacchetto

Anche se l'MDE dice che non c'è nulla da temere e I funzionari della Marina affermano che non ci sono prove che la contaminazione da PFAS si sia diffusa oltre le sue basi, La dottoressa Il direttore della politica scientifica di Kyla Bennett PEER afferma che i test statali erano troppo limitati per affermare che c'è una salute minima associata al consumo di ostriche. 

"Abbiamo bisogno di saperne di più", ha detto.

Secondo l' Giornale della baia  Bennett ha affermato che c'erano carenze nei test statali che hanno compromesso la sua capacità di valutare a fondo i rischi per la salute. Ad esempio, ha detto, il test MDE "non sarebbe in grado di raccogliere un composto particolarmente fastidioso anche a livelli di diverse migliaia di parti per trilione. Inoltre, ha detto, lo stato ha testato tutti i suoi campioni solo per 14 degli oltre 8,000 composti PFAS conosciuti ".

"Dato che non sono riusciti a testare tutti i 36 [composti PFAS] in tutti i loro siti, dato che i limiti di rilevamento per loro natura sono così alti, fino a 10,000 parti per trilione, per trarre la conclusione che il rischio è basso, penso che sia irresponsabile ", ha detto.

Dieci ostriche del fiume St. Mary's trovate su un piatto di ostriche fritte in un ristorante di pesce della regione possono contenere 500 grammi di ostriche. Se ogni ostrica ha 1,000 ppt di sostanze chimiche PFAS, equivale a 1 parte per miliardo, che equivale a 1 nanogramma per grammo, (ng / g). 

Quindi, 1 ng / gx 500 g (10 ostriche) equivale a 500 ng di PFAS. 

Nella patetica assenza di regolamenti federali e statali, possiamo rivolgerci all'Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) per avere una guida, sebbene molti funzionari della sanità pubblica affermino che i loro livelli di PFAS sono pericolosamente alti. Anche così, gli europei sono più avanti degli Stati Uniti nella protezione della salute pubblica dai danni di queste sostanze chimiche.

L'EFSA ha fissato una dose settimanale tollerabile (TWI) a 4.4 nanogrammi per chilogrammo di peso corporeo. (4.4 ng / kg / settimana) per i prodotti chimici PFAS negli alimenti.

Quindi, qualcuno che pesa 150 libbre (68 chili) può "tranquillamente" consumare 300 nanogrammi a settimana. (ng / settimana) [circa 68 x 4.4] di sostanze chimiche PFAS.

Diciamo che qualcuno consuma un pasto di 10 ostriche fritte del peso di 500 grammi (5 kg) contenenti 500 ng / kg di prodotti chimici PFAS.

[5 kg di ostriche x 1,000 ng PFAS / kg = 500 ng di PFAS in quel pasto.]

Gli europei dicono che non dovremmo ingerire più di 300 nanogrammi a settimana di prodotti chimici PFAS, quindi un piatto di ostriche fritte supera quel livello. Se rispettassimo il limite giornaliero di 1 ppt più responsabile sostenuto dalla Harvard School of Public Health o dall'Environmental Working Group, saremmo limitati a ingerire un'ostrica del fiume St. Mary ogni due mesi. Nel frattempo, il Maryland afferma che i rischi per la salute di queste ostriche sono "molto bassi". 

Questa crisi di salute pubblica è perpetuata dai media che trasmettono obbedientemente comunicati stampa statali e militari in assenza di analisi critica. Cosa pensa diversamente il pubblico? Ancora più importante, di chi dovrebbe fidarsi il pubblico? Scuola di sanità pubblica di Harvard? l'Autorità europea per la sicurezza alimentare? o il Dipartimento dell'Ambiente del Maryland gestito dai repubblicani con un patetico record di difesa ambientale che opera sotto un EPA defunto? 

Non mangiare le ostriche. 

Dice l'EFSA che "pesce e altri frutti di mare" rappresentano fino all'86% dell'esposizione alimentare a PFAS negli adulti. Gran parte di questa esposizione è causata dall'uso sconsiderato di schiume antincendio su basi militari dall'inizio degli anni '1970. Il cibo coltivato da campi coperti da fanghi carichi di PFAS provenienti da siti militari e industriali, acqua potabile contaminata dalle stesse fonti e prodotti di consumo costituiscono gran parte del resto delle fonti che contribuiscono all'ingestione di PFAS da parte del pubblico.

logo deturpato
La Marina ha minacciato una causa contro l'autore
per l'utilizzo del logo della Patuxent River Naval Air Station.

Uno sguardo più da vicino alla scienza: acqua contaminata

I dati rilasciati dal MDE mostrano livelli di 13.45 ng / l nel fiume St. Mary vicino a Webster Field sono più inquietanti perché fanno presagire una massiccia contaminazione di tutta la vita acquatica nello spartiacque. Il livello massimo consentito per PFAS nell'Unione europea is 13 ng / l in acqua di mareI livelli nel fiume St. Mary sono 103 volte quel livello.  

In Lago Monoma, Wisconsin, vicino alla base Truax Field Air National Guard, l'acqua è contaminata con 15 ng / l di PFAS. Le autorità limitano il consumo di carpe, lucci, spigole e persici a un pasto al mese, sebbene molti funzionari sanitari affermino che consentirne il consumo è irresponsabile.

Nella zona di South Bay della Baia di San Francisco, l'acqua di mare conteneva un totale di 10.87 ng / l di sostanze chimiche PFAS. (inferiore a St. Mary's) Vedi tabella 2a.  I bivalvi sono stati trovati a 5.25 ng / go 5,250 ppt. Uno Sculpin di Staghorn del Pacifico è stato trovato nelle stesse vicinanze con 241,000 ppt. di PFAS. Allo stesso modo, a Eden Landing nella baia di San Francisco, l'acqua conteneva 25.99 ng / l, mentre un bivalve conteneva 76,300 ppt di tossine. 

Nel New Jersey, il bacino idrico del lago Echo aveva 24.3 ng / le il fiume Cohansey aveva 17.9 ng / l di PFAS totale. Il persico trota è stato trovato nel bacino idrico del lago Echo contenente 5,120 ppt di PFAS totale mentre il fiume Cohansey aveva White Perch contenente 3,040 ppt di PFAS. Ci sono molti dati disponibili da stati che sono stati molto più protettivi della salute pubblica rispetto al Maryland. Il punto qui è che molte di queste sostanze chimiche PFAS sono bioaccumulabili nella vita acquatica e negli esseri umani.

Nel 2002, uno studio apparso sulla rivista, Environmental Contamination and Toxicology ha riferito un campione di ostriche che conteneva 1,100 ng / go 1,100,000 ppt di PFOS, il più noto dei PFAS "prodotti chimici per sempre". L'ostrica è stata raccolta a Hog Point nella baia di Chesapeake, a circa 3,000 piedi dalla pista della stazione aerea navale del fiume Patuxent. Oggi, il nuovo report dell'MDE che l'acqua di superficie e le ostriche campionate nella stessa area per PFAS non hanno rilevato "livelli di preoccupazione".

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Traduci in qualsiasi lingua