Le basi statunitensi a Okinawa sono una minaccia alla libertà

Di David Swanson, direttore, World BEYOND War
Osservazioni al Rally fuori dalla Casa Bianca, gennaio 7, 2019.

Ci sono una serie di problemi con l'idea che il mantenimento e l'espansione di basi militari giganti nei paesi di altre persone protegga la libertà negli Stati Uniti o nei territori occupati.

Per prima cosa, gli Stati Uniti mantengono queste basi in ogni cosa, dalle più brutali dittature alle più liberali cosiddette democrazie. Le truppe statunitensi in Bahrain e in Arabia Saudita proteggono le stesse libertà di quelle in Italia e in Germania? Quali libertà potrebbero essere?

Per un'altra cosa, poche, se non nessuna, nazioni occupate dalle basi statunitensi sono effettivamente minacciate di invasione e rovesciamento. Per la Corea del Nord invadere e occupare efficacemente il Giappone e gli Stati Uniti, molto meno entrambi, anche se questi paesi erano disarmati e completamente inconsapevoli delle tattiche di resistenza nonviolenta che sono diventate mainstream (boicottaggi, scioperi, sit-in, ecc.) , richiederebbe il completo abbandono della Corea del Nord da parte di una popolazione universalmente reclutata nell'esercito e moltiplicata per una sorta di clonazione rapida.

La Cina ha anche manifestato zero interesse a occupare e ridurre le libertà in Giappone o negli Stati Uniti, eliminerebbe centinaia di milioni di clienti per i suoi prodotti nel processo e ha risposto in natura alla riduzione o all'aumento del militarismo e dell'ostilità degli Stati Uniti. In altre parole, occupare Okinawa con decine di migliaia di truppe statunitensi armate non fa nulla di positivo per la libertà.

Ma fa qualcosa di negativo. Alla gente di Okinawa viene negata la libertà di non essere un obiettivo primario per l'attacco, la libertà di non avere la loro acqua avvelenata, la libertà di vivere senza inquinamento acustico e schianti aerei e vandali e stupratori ubriachi e massiccia distruzione ambientale. Più e più volte dicono ai sondaggisti e scelgono i governi per chiudere queste basi. E ancora e ancora più basi sono costruite in nome della diffusione della democrazia.

Il popolo di Okinawa non vota solo; organizzano e agiscono in modo non violento; Rischiano la prigione e ferite e morte. Attaccano attivisti da tutto il mondo per aiutarli nella loro causa - una lotta contro il governo degli Stati Uniti, il cui popolo immagina che stia proteggendo la democrazia, mentre i sondaggi trovano che l'opinione globale sia esattamente l'opposto.

E naturalmente, durante tutto questo accumulo militare e le guerre e le minacce controproducenti delle guerre, il popolo degli Stati Uniti vede le proprie libertà erose in nome del militarismo che è presumibilmente volto a proteggere le loro libertà.

Okinawa dovrebbe essere indipendente e non giapponese, ma il Giappone rivendica la proprietà di Okinawa, e il popolo del Giappone accetta maggiormente l'occupazione statunitense di Okinawa, anche se molti di loro sembrano stancarsi o almeno per pagarlo finanziariamente . E molti di loro protestano in solidarietà con la popolazione di Okinawa. Ma al popolo giapponese non è mai stato permesso di votare sull'occupazione statunitense di Okinawa. Né il popolo degli Stati Uniti. Definire per entrambe le popolazioni la natura controproducente e pericolosa di queste basi, il costo ambientale, i costi finanziari e il rischio di provocare un'apocalisse nucleare, e sarei disposto a partecipare al voto pubblico che ne risulta.

Ma che dire dell'idea che le basi non proteggono la libertà ma la sicurezza, che la minaccia non è l'invasione e la riduzione della libertà, ma un attacco mortale? Ci sono due problemi principali con questa idea, uno dei quali è sufficiente per respingerlo. Innanzitutto, l'evidenza è schiacciante che questo tipo di militarismo è controproducente, che genera ostilità anziché scoraggiarlo. Secondo, anche se credi nella logica della deterrenza attraverso la minaccia di omicidi di massa e distruzione, l'attuale tecnologia consente agli Stati Uniti di realizzarlo ovunque sulla terra senza basi vicine. Questo significa sia che le basi di Okinawa non sono necessarie per quello che pretendono di essere, e che in realtà sono tenute lì per qualche altra ragione o ragione. Combina questo fatto con le rivelazioni fatte da Edward Snowden che gli Stati Uniti hanno sabotato le infrastrutture giapponesi per poter danneggiare ampiamente il Giappone nel caso decidesse di farlo, e lo lascerò alla gente del Giappone per capire quali sono le basi reali per.

In realtà, non esiste un lato positivo di queste basi che possa essere valutato contro l'avvelenamento delle acque sotterranee di Okinawa con sostanze chimiche cancerogene, lo stupro delle ragazze di Okinawa, o la distruzione di coralli che proteggono tutti noi da un pericolo reale mentre ne creiamo un altro. Il collasso ambientale e la guerra nucleare sono le due catastrofi che affrontiamo. Il militarismo è una delle principali cause del primo, l'unica causa del secondo, e il buco in cui le risorse insondabili vengono scaricate invece di essere effettivamente utilizzate per la protezione.

Certamente, le basi militari statunitensi avvelenano le acque sotterranee in tutti gli Stati Uniti e avvelenano le truppe statunitensi su basi straniere, ma il mio amico Pat Elder ha notato che alcune persone accettano molto meno di ricevere un cancro rispetto agli americani. Non possiamo permetterci, nessuno di noi, di accettare di aumentare i rischi della catastrofe globale. Non esiste una distruzione climatica isolata o una guerra nucleare isolata.

Abbiamo bisogno che la gente del Giappone e del mondo cambi rotta, difenda l'Articolo 9 della Costituzione giapponese e rinunci all'idea di guerre, forze armate e basi. Potresti aver sentito che il governo degli Stati Uniti è stato chiuso. Non una singola guerra o base o nave è stata chiusa. Apri il governo degli Stati Uniti non militare! Chiudi tutte le basi militari!

https://www.youtube.com/watch?v=J2AtAycRabU&feature=youtu.be

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Articoli Correlati

La nostra teoria del cambiamento

Come porre fine alla guerra

Premi per l'abolizione della guerra 2024
Eventi contro la guerra
Aiutaci a crescere

I piccoli donatori ci fanno andare avanti

Se scegli di effettuare un contributo ricorrente di almeno $ 15 al mese, puoi selezionare un regalo di ringraziamento. Ringraziamo i nostri donatori ricorrenti sul nostro sito web.

Questa è la tua occasione per reimmaginare a world beyond war
Negozio WBW
Traduci in qualsiasi lingua