La filosofia non dovrebbe essere ridotta alla propaganda di guerra dal quotidiano The Hill

Di David Swanson, World BEYOND War, 10 dicembre 2023

Il 9 dicembre The Hill ha pubblicato “L’America fallirà il test di Peter Singer in Ucraina?" di Alexander J. Motyl, che iniziava:

“I repubblicani del MAGA che vogliono tagliare gli aiuti statunitensi all’Ucraina stanno agendo eticamente? Per dirla senza mezzi termini, stanno sostenendo i crimini di guerra che la Russia sta commettendo in Ucraina oppure no?”

Presumibilmente quelli di noi che non amano i buffoni fascisti E le infinite e inutili guerre omicide che rischiano l’apocalisse nucleare mentre massacrano persone, devastano l’ambiente, impediscono la cooperazione globale su crisi non facoltative, erodono lo stato di diritto, concentrano e sprecano la ricchezza disperatamente necessaria, brutalizzano la nostra società , e limitare le opzioni politiche degli Stati Uniti al MAGA o al MICIMATT, e che vogliono tagliare le armi all’Ucraina anche se queste vengono chiamate “aiuti”, ma che vorrebbero aumentare drasticamente gli effettivi aiuti umanitari e ambientali all’Ucraina e al resto del mondo , devono allo stesso modo essere accusati di comportarsi in modo non etico e di sostenere la guerra russa insieme ai repubblicani MAGA la cui posizione si sovrappone alla nostra e la cui esistenza viene notata sui giornali.

Motyl continua:

“Le domande sono inquietanti, persino incendiarie, soprattutto perché costringono noi – e i repubblicani del MAGA – a chiederci se siamo colpevoli quanto i russi nel sostenere un leader, VladimirPutin, e una guerra che sta intenzionalmente distruggendo una nazione”.

Questa non è una presa in giro. Motyl non sta cercando di indurti a pensare che abbia dubbi sull’armare Israele o sul porre il veto alla volontà del mondo alle Nazioni Unite per la pace in Palestina. L'idea, ne sono certo, non gli è nemmeno passata per la testa. Sta semplicemente fingendo che il tipo di retorica che accompagna la guerra a Gaza stia accompagnando la guerra all'Ucraina. Naturalmente, credo che la guerra della Russia contro l’Ucraina sia dannatamente terribile quanto lo sarebbe se fosse accompagnata da una retorica peggiore, così come penso che crimini molto più piccoli siano dannatamente altrettanto gravi prima che dopo aver acquisito lo status di “crimini d’odio”. " Ma Motyl si chiede se può farla franca sostenendo che un governo distante che ha contribuito a creare problemi in Ucraina e che ha impedito una risoluzione pacifica della guerra nei suoi primi giorni, scaricando allo stesso tempo una fortuna in armi per la guerra – una fortuna che Peter Singer sa benissimo che avrebbe potuto trasformare in meglio la vita di miliardi se fosse stato speso altrove – se quel lontano governo di Washington è altrettanto colpevole della guerra della Russia quanto la Russia, e non per aver provocato in modo così palese “La guerra non provocata” ma per aver fallito sborsare ancora più armi per andare avanti, anche se entrambe le parti ammettono di essere in una situazione di stallo senza speranza e si grattano la testa chiedendosi cosa potrebbero fare se non fallire il test di Pete Seeger, e dire di andare avanti mentre la vita- nel profondo del Big Muddy.

Motyl continua:

“Il filosofo Peter Singer ha suggerito un modo intrigante per affrontare questo tipo di domande nel suo esperimento mentale sul “bambino che annega”. Ecco la strada Singer metterlo: 'Per sfidare i miei studenti a pensare all'etica di ciò che dobbiamo alle persone bisognose, chiedo loro di immaginare che il loro percorso verso l'università li porti oltre uno stagno poco profondo. Una mattina, dico loro, notate che un bambino è caduto e sembra che stia annegando. Entrare e tirare fuori il bambino sarebbe facile, ma significherebbe che avrai i vestiti bagnati e infangati, e quando tornerai a casa a cambiarti avrai perso la prima lezione. Chiedo allora agli studenti: avete qualche obbligo di salvare il bambino? Gli studenti affermano all’unanimità di sì. L'importanza di salvare un bambino supera così tanto il costo di infangarsi i vestiti e di saltare una lezione, che si rifiutano di considerarla qualsiasi tipo di scusa per non salvare il bambino.' Nel febbraio 2022, quando la Russia di Putin lanciò la sua guerra totale, l’Ucraina era probabilmente la bambina che stava annegando e noi eravamo i passanti. Fornire aiuti militari per miliardi di dollari non è esattamente la stessa cosa che infangarsi i vestiti, ma per una società ricca come quella americana non si trattava nemmeno di una spesa esorbitante, soprattutto perché la stragrande maggioranza, circa il 90%, del denaro speso per L’Ucraina è rimasta negli Stati Uniti, contribuendo all’economia americana, fornendo posti di lavoro e stimolando gli investimenti”.

La parola “probabilmente” è l’unica onesta in tutto il paragrafo. Trattiamolo come tale e discutiamo con questo letame fumante di metafora. Miliardi di dollari potrebbero porre fine alla fame sulla Terra o realizzare numerose altre meraviglie che semplicemente NON sono paragonabili o equivalenti a infangarsi i vestiti e arrivare in ritardo a lezione. Scaricare denaro nei trafficanti di armi lo è un salasso economico, non un vantaggio economico. E al di là di queste bugie fondamentali, si noterà che l’idea di base secondo cui armare una guerra per farla andare avanti e impedire un compromesso negoziato è semplicemente considerata una cosa benefica, mai discussa minimamente. Se dovesse essere argomentato, sarebbe meglio farlo senza metafore. Naturalmente, molti di noi lo hanno fatto ha presentato una causa contro quell'idea molte migliaia di volte per anni.

Motyl continua:

“Aiutare l’Ucraina era quindi sia egoistico che eticamente giusto”.

La parte egoistica è basata su bugie, e la parte eticamente giusta, ancora una volta, è stata semplicemente data per scontata, mai discussa con una sola frase.

Motyl continua:

“Il fatto che la Russia abbia violato una serie di leggi internazionali lanciando la sua guerra ha reso più facile assistere l’Ucraina, nella misura in cui ha fornito agli Stati Uniti un gran numero di partner ugualmente desiderosi di salvare il bambino che stava annegando”.

Allo stesso modo? Non in termini di dollari per le armi gratuite, questo è certo, non in termini assoluti o pro capite o per PIL. E motivato da violazioni delle leggi internazionali? Veramente? Sul serio? Agli Stati Uniti viene lanciata una bella sfida dalla Russia, come da Israele, come da molte delle brutali dittature che il governo statunitense arma e sostiene, ma in realtà non c’è alcuna competizione su quale governo sia il principale abusatore del veto del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, il principale resistente ai diritti umani fondamentali e ai trattati sul disarmo, il principale violatore dei trattati sulla guerra e sulle armi, il principale trafficante di armi al mondo, il principale trafficante di armi a quelli che esso stesso ritiene i governi più oppressivi, il principale oppositore e sabotatore della CPI e l'ICJ, che punisce le nazioni che sostengono il diritto internazionale, sanzionando il personale giudiziario per ostacolare il diritto internazionale. Applicare gli esperimenti mentali di Ethics 101 Death Fantasy a miti che invertono la realtà non cambia la realtà.

Motyl continua:

“Ecco Singer: 'Fa differenza, chiedo, che ci siano altre persone che camminano davanti allo stagno e che sarebbero ugualmente in grado di salvare il bambino ma non lo fanno? No, rispondono gli studenti, il fatto che gli altri non facciano quello che dovrebbero fare non è un motivo per cui io non dovrei fare quello che dovrei fare.' A differenza delle altre persone che passavano davanti allo stagno, gran parte della comunità internazionale si è unita allo sforzo di salvare l’Ucraina”.

In realtà il tentativo di armare la guerra è stato contrastato dalla maggior parte del mondo e dalla maggior parte dei governi del mondo, il che – Singer ha ragione – non cambia le proprie responsabilità etiche, ma alza una bandiera rossa sulla propria mancanza di umiltà, mancanza di di capacità di considerare le argomentazioni degli altri, e di grottesca ipocrisia ogni volta che la parola “democrazia” o le parole “ordine basato su regole” o “comunità internazionale” escono dalle labbra.

Motyl continua:

“Avanti rapidamente fino al dicembre 2023 e alla concreta possibilità che la minaccia repubblicana di tagliare gli aiuti all’Ucraina possa diventare realtà. La situazione odierna sarebbe simile al seguente scenario. Come il buon passante, gli Stati Uniti hanno salvato il bambino nel 2022. Quasi due anni dopo, l’America tiene in braccio il bambino che ha salvato e sta camminando davanti allo stagno. Dovrebbe continuare a portare il bambino? Dopotutto il bambino è ingrassato, piange, ci distrae dal lavoro. Oppure dovrebbe alleviare il peso rimettendo il bambino nello stagno, magari a faccia in su, nella speranza che non si giri e non anneghi?

Queste cose sono simili nel senso che un topo è simile a un essere umano. Forse è così che Singer lo ha spiegato a Motyl; Non lo so. Ma continuare a far andare avanti la guerra ucciderà dei veri e propri bambini onesti, mentre non portarla avanti sarà “come” annegare un bambino solo nel senso che a un professore è consentito digitare qualsiasi parola gli piaccia finché non la fa. non riconoscere il valore dei palestinesi, il che sarebbe ovviamente un buon motivo per porre fine alla sua carriera.

Motyl continua:

“I repubblicani del MAGA, come il loro mentore Donald Trump, dicono che, sì, scusa, Ucraina, sei diventata un peso troppo grande e, che ti piaccia o no, dobbiamo sbarazzarci di te. Due anni fa ti abbiamo salvato. Ma non possiamo tenerti in vita per sempre. Non ti uccideremo ma, come gli antichi greci, ti lasceremo dove ti abbiamo trovato e lasceremo che siano gli dei a decidere se vivrai o morirai. Due anni fa l’indifferenza verso la sorte del bambino sarebbe stata immorale. Oggi è infinitamente più criminale, perché implica la scelta consapevole di abbandonare un bambino sano”.

Non rifletterò a lungo su cosa dovrebbe essere salutare in questo scenario, o sul perché il governo degli Stati Uniti fosse incosciente due anni fa.

“Non c'è modo di evitare la triste conclusione che i repubblicani del MAGA stanno effettivamente, forse anche consapevolmente e intenzionalmente, sostenendo la distruzione dell'Ucraina per il bene di liberarsi di un piccolo inconveniente. E poiché l’agenda di Putin in Ucraina è il genocidio e poiché gli Stati Uniti sono stati l’ostacolo principale al suo raggiungimento di tale obiettivo, la posizione del GOP è effettivamente, e tragicamente, a sostegno del genocidio. Ahimè, questo rende i repubblicani MAGA colpevoli e responsabili dei crimini di Putin nella stragrande maggioranza elevato numero dei russi che scelgono consapevolmente la distruzione dell’Ucraina piuttosto che la sopravvivenza dell’Ucraina”.

Motyl conclude quindi sia fingendo di opporsi al genocidio durante la Seconda Nakba, sia equiparando la popolazione russa ai mali del governo russo, che è proprio il tipo di sciatta sciocchezza che può portare al genocidio.

Perché alle università viene dato un tale inferno quando i loro presidenti appaiono come idioti davanti al Congresso, e non quando i loro professori pubblicano questo tipo di articoli, trasformando di fatto questioni di vita e di morte in giochi stupidi?

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Articoli Correlati

La nostra teoria del cambiamento

Come porre fine alla guerra

Festival del cinema WBW 2024
Eventi contro la guerra
Aiutaci a crescere

I piccoli donatori ci fanno andare avanti

Se scegli di effettuare un contributo ricorrente di almeno $ 15 al mese, puoi selezionare un regalo di ringraziamento. Ringraziamo i nostri donatori ricorrenti sul nostro sito web.

Questa è la tua occasione per reimmaginare a world beyond war
Negozio WBW
Traduci in qualsiasi lingua