L’opinione pubblica statunitense si oppone all’invio di armi che vengono comunque inviate a causa della democrazia

Di David Swanson, World BEYOND War, Ottobre 24, 2023

Non ricordo di aver votato per l'invio di più armi in quattro guerre alla volta in nome della democrazia, vero?

Qualcuno ti ha chiesto se sei d'accordo con il consenso universale dei media secondo cui avere un Presidente della Camera che potrebbe facilitare il prolungamento, l'escalation e la creazione di numerose guerre sarebbe ovviamente meglio che non avere un Presidente della Camera?

Un solo membro della Camera ha accettato di stare zitto e di smettere di parlare durante quello che dovrebbe essere un periodo felice di silenzioso silenzio?

Dall’estate, l’opinione pubblica statunitense è disposta a dire No ai sondaggisti all’invio di armi in guerra, se gli viene chiesto in modo abbastanza incisivo. UN Sondaggio CNN in agosto ha rotto con lo standard di chiamare “aiuto” una montagna di armi accompagnata da un paio di camion di pane e ha dato alla gente molte opzioni su ciò che gli Stati Uniti avrebbero potuto fare in Ucraina: “Assistenza nella raccolta di informazioni, “addestramento militare”, “ Armi", "Le forze militari statunitensi parteciperanno alle operazioni di combattimento", "Un'altra forma di assistenza". Solo i primi due hanno rotto al 50%. Gli ultimi due non hanno rotto il supporto del 25%.

Secondo CBS il 19 ottobre, una forte maggioranza vuole inviare aiuti umanitari a Israele e Palestina, ma solo il 48% negli Stati Uniti vuole inviare armi a Israele. E il 53% dei democratici si oppone all’invio di “armi/rifornimenti” a Israele. E secondo Dati per progressi, il 66% è d’accordo: “Gli Stati Uniti dovrebbero chiedere un cessate il fuoco e una riduzione della violenza a Gaza. Gli Stati Uniti dovrebbero sfruttare le loro strette relazioni diplomatiche con Israele per prevenire ulteriori violenze e morti civili”. Se le sue strette relazioni diplomatiche comprendano il suo ruolo di principale trafficante di armi, forse non possiamo esserne assolutamente sicuri, dato che la maggior parte delle persone non sa molte cose, incluso potenzialmente dove Israele ottiene le sue armi. Ma tentare seriamente di “prevenire ulteriori violenze” richiede il blocco delle spedizioni di armi.

Naturalmente, tutte le risposte sono disponibili nei sondaggi su qualsiasi domanda a seconda di come viene formulata la domanda. Secondo il USA Today il 24 ottobre, puoi ottenere il 58% a sostegno dell’invio di quella vaga sostanza chiamata “aiuto” se chiami Hamas “terroristi” e usi altre domande per far finta che le uniche due opzioni disponibili siano la guerra e l’isolazionismo.

Il solito orribile Quinnipiac sostiene che il 64% dice di sì alla domanda “Approvi o disapprovi l’invio di armi e attrezzature militari da parte degli Stati Uniti a Israele in risposta all’attacco terroristico di Hamas?” Ma solo il 39% dei giovani tra i 18 e i 34 anni dice di sì. E difficilmente ci si può aspettare che gli anziani siano abbastanza scettici da capire che in realtà esiste più di un modo per rispondere ad un attacco bellico/terroristico.

E se ci fosse un modo per ascoltare le persone in modo più approfondito? BENE, ecco una petizione, firmato da migliaia di persone, che dice al governo degli Stati Uniti “Niente più spedizioni di armi verso Ucraina, Israele o Taiwan. Fermare le spedizioni di armi e sostituirle con la diplomazia e una nuova attenzione alle crisi umane e ambientali che queste guerre riducono, distraggono ed esacerbano”. Le persone hanno aggiunto commenti alla petizione, inclusi questi:

“Assolutamente, niente più spedizioni di armi, compresi aerei, verso Israele. Perché qualcuno dovrebbe aggiungere benzina a questa guerra orribile e feroce? Non porremo fine a questa carneficina finché non fermeremo il flusso di armi e non avvieremo il dialogo tra i poteri costituiti”.

“È tempo di chiedere un cessate il fuoco immediato a tutti i combattenti su entrambi i lati del conflitto israelo-palestinese. Non c'è più alcun buon risultato armando qualcuno ovunque! L’Ucraina orientale è un ottimo esempio delle nostre politiche violente mentre sempre più persone in questo paese scivolano nella povertà. Quando è troppo è troppo!"

“Smettila di inviare denaro in Israele ogni anno!”

“Più armi diamo a Israele, più a lungo Israele manterrà la sua occupazione brutale e illegale. Israele viola il diritto internazionale e gli Stati Uniti sono complici dei loro crimini. Abbiamo bisogno di pace, non di guerra”.

“Chiaramente questo presidente ama l'idea della guerra e di mantenere ricchi e grassi i 'mercanti di morte' americani. Come nazione dobbiamo cercare di negoziare per la fine delle guerre, non alimentare le fiamme della guerra”.

“Non c’è momento migliore per la pace di questo.”

“Dobbiamo difendere il popolo sofferente di Gaza! Sosteniamo il genocidio”.

“Per favore, sii saggio e riconosci che questa Terra e la vita che sostiene sono la cosa più importante. Smettila di fomentare la guerra e abbandona il tuo amore per il potere e il tuo culto della Morte.

"Ferma questo caos omicida!"

“I proprietari del complesso industriale militare globale stanno coniando denaro da tutte le guerre. Mi chiedo a cosa servano queste ricchezze, sono confuso, suppongo che abbiano i mezzi per portarle con sé nella tomba.

“Abbiamo bisogno di pace. Le armi non promuovono la pace”.

“Ciò che gli Stati Uniti stanno promuovendo è simile a ciò che gli europei fecero agli aborigeni quando colonizzarono l’America. Nessuna considerazione per nulla. Basta dire NO agli stati in guerra!”

“La guerra è obsoleta”.

“Sì, ci sono i 'cattivi' nel mondo, ma sembrano esserci più produttori di armi e appaltatori militari che traggono profitto dalla morte e dalla miseria che noi esseri umani siamo così abili a seminare in tutto il pianeta. Smettetela di aiutare l’uccisione e la distruzione e promuovete la PACE”.

“Fermate le guerre eterne!”

“Fine al profitto di guerra. La guerra non è la risposta."

“LA POLITICA ESTERA DEGLI STATI UNITI È UN OMICIDIO INCORPORATO !!!!!!!!!”

“Niente più guerre!”

"Abbastanza."

“Togliere soldi dalla politica. I produttori di armi possiedono il governo.”

“Che tipo di impegno morale o posizione hanno gli Stati Uniti riguardo alla guerra. Sembra sostenere, forse incoraggiare, la guerra ovunque vi sia un’apertura. Dobbiamo dire no a questa depravazione”.

"Niente più guerra."

“#freefreepalestina”

“Promuovere la pace, non la guerra!”

“Sono un cittadino americano preoccupato che vive all'estero. Questa è una follia! Ho votato per Biden per prevenire la guerra mondiale che Trump voleva iniziare. Ora, sembra che Biden ne inizierà invece uno!”

“Vi esorto fortemente a fermare la proliferazione delle armi in nome della politica. Non ci rende più sicuri. Dobbiamo usare la diplomazia”.

E altre migliaia così.

Aggiungi un altro.

 

Risposte 4

  1. È una fonte di denaro per entrambe le parti e lo è sempre stata. È tempo che sangue nuovo prenda il sopravvento e nessuno attualmente è in carica.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Articoli Correlati

La nostra teoria del cambiamento

Come porre fine alla guerra

Festival del cinema WBW 2024
Eventi contro la guerra
Aiutaci a crescere

I piccoli donatori ci fanno andare avanti

Se scegli di effettuare un contributo ricorrente di almeno $ 15 al mese, puoi selezionare un regalo di ringraziamento. Ringraziamo i nostri donatori ricorrenti sul nostro sito web.

Questa è la tua occasione per reimmaginare a world beyond war
Negozio WBW
Traduci in qualsiasi lingua