Il rapporto del Maryland inganna il pubblico sulla contaminazione da PFAS nelle ostriche

bushel di ostriche
Il Dipartimento dell'Ambiente del Maryland sta minimizzando la minaccia di contaminazione da PFAS nelle ostriche.

Di Leila Marcovici e Pat Elder, 16 novembre 2020

Da Veleni militari

Nel settembre 2020, il Dipartimento dell'Ambiente (MDE) del Maryland ha pubblicato un rapporto intitolato “St. Mary's River Pilot Study of PFAS occurrence in surface water and ostriche. " (Studio pilota PFAS) che ha analizzato i livelli di sostanze per e poli fluoroalchiliche (PFAS) nell'acqua di mare e nelle ostriche. In particolare, lo studio pilota PFAS ha concluso che, sebbene PFAS sia presente nelle acque di marea del fiume St. Mary, le concentrazioni sono "significativamente al di sotto dei criteri di screening per uso ricreativo basati sul rischio e dei criteri di screening sito-specifici per il consumo di ostriche".

Sebbene il rapporto tragga queste conclusioni generali, i metodi analitici e la base per i criteri di screening utilizzati da MDE sono discutibili, risultando fuorvianti nel pubblico e fornendo un ingannevole e falso senso di sicurezza.

Inquinamento tossico da PFAS nel Maryland

I PFAS sono una famiglia di sostanze chimiche tossiche e persistenti presenti nei prodotti industriali. Sono preoccupanti per una serie di motivi. Queste cosiddette "sostanze chimiche per sempre" sono tossiche, non si degradano nell'ambiente e si bioaccumulano nella catena alimentare. Una delle oltre 6,000 sostanze chimiche PFAS è il PFOA, precedentemente utilizzato per produrre il Teflon di DuPont, e il PFOS, precedentemente nello Scotchgard di 3M e nella schiuma antincendio. Il PFOA è stato gradualmente eliminato negli Stati Uniti, sebbene rimanga diffuso nell'acqua potabile. Sono stati collegati a cancro, difetti alla nascita, malattie della tiroide, indebolimento dell'immunità infantile e altri problemi di salute. I PFAS vengono analizzati individualmente nelle parti per trilione piuttosto che nelle parti per miliardo, come altre tossine, che possono rendere complicata la rilevazione di questi composti.

La conclusione del MDE supera i risultati ragionevoli basati sui dati effettivi raccolti e non è all'altezza degli standard scientifici e industriali accettabili su diversi fronti.

Campionamento di ostriche

Uno studio condotto e riportato nello studio pilota PFAS ha testato e riportato la presenza di PFAS nel tessuto delle ostriche. L'analisi è stata eseguita da Alpha Analytical Laboratory di Mansfield, Massachusetts.

I test eseguiti da Alpha Analytical Laboratory avevano un limite di rilevamento per le ostriche a un microgrammo per chilogrammo (1 µg / kg) che equivale a 1 parte per miliardo o 1,000 parti per trilione. (ppt.) Di conseguenza, poiché ogni composto PFAS viene rilevato individualmente, il metodo analitico impiegato non è stato in grado di rilevare alcun PFAS presente a una quantità inferiore a 1,000 parti per trilione. La presenza di PFAS è additiva; quindi le quantità di ciascun composto vengono opportunamente aggiunte per arrivare al PFAS totale presente in un campione.

I metodi analitici per rilevare le sostanze chimiche PFAS stanno avanzando rapidamente. L'anno scorso l'Environmental Working Group (EWG) ha prelevato campioni di acqua di rubinetto da 44 località in 31 stati e ha riportato risultati nell'ordine dei decimi per trilione. Ad esempio, l'acqua nel New Brunswick, NC, conteneva 185.9 ppt di PFAS.

I dipendenti pubblici per la responsabilità ambientale (PEER) (specifiche mostrate di seguito) hanno utilizzato metodi analitici in grado di rilevare intervalli di PFAS in concentrazioni fino a 200-600 ppt, ed Eurofins ha sviluppato metodi analitici con un limite di rilevamento di 0.18 ng / g PFAS (180 ppt) nel granchio e pesce e 0.20 ng / g PFAS (200 ppt) nell'ostrica. (Eurofins Lancaster Laboratories Env, LLC, Report analitico, per PEER, Progetto / sito del cliente: St Mary's 10/29/2020)

Di conseguenza, ci si deve chiedere perché MDE abbia assunto Alpha Analytical per gestire lo studio PFAS se i limiti di rilevamento dei metodi utilizzati erano così alti.

Poiché i limiti di rilevamento dei test eseguiti da Alpha Analytical sono così elevati, i risultati per ogni singolo PFAS nei campioni di ostriche erano "Non-Detect" (ND). Almeno 14 PFAS sono stati testati in ciascun campione di tessuto di ostriche e il risultato per ciascuno è stato riportato come ND. Alcuni campioni sono stati testati per 36 diversi PFAS, tutti con ND. Tuttavia, ND non significa che non ci sia PFAS e / o che non ci fossero rischi per la salute. MDE riporta quindi che la somma di 14 o 36 ND è 0.00. Questa è una falsa dichiarazione della verità. Poiché le concentrazioni di PFAS sono additive in quanto si riferiscono alla salute pubblica, è chiaro che l'aggiunta di 14 concentrazioni appena al di sotto del limite di rilevamento potrebbe equivalere a una quantità ben al di sopra di un livello di sicurezza. Di conseguenza, un'affermazione generale secondo cui non vi è pericolo per la salute pubblica basata sulla constatazione di "non rilevare" quando la presenza di PFAS nell'acqua è indiscutibilmente nota, semplicemente non è completa o responsabile.

A settembre 2020 Eurofins - commissionato dalla St. Mary's River Watershed Association e sostenuto finanziariamente da Testato da PEER ostriche del fiume St. Mary e del torrente St. Inigoes. Si è scoperto che le ostriche nel fiume St. Mary, prese specificamente da Church Point, e nel torrente St. Inigoes Creek, prese specificamente da Kelley, contenevano più di 1,000 parti per trilione (ppt). L'acido perfluorobutanoico (PFBA) e l'acido perfluoropentanoico (PFPeA) sono stati rilevati nelle ostriche Kelley, mentre l'acido fluorotelomero sulfonico 6: 2 (6: 2 FTSA) è stato rilevato nell'ostrica Church Point. A causa dei bassi livelli di PFAS, la quantità esatta di ogni PFAS era difficile da calcolare, ma un intervallo di ciascuno era calcolabile come segue:

È interessante notare che MDE non ha testato in modo coerente i campioni di ostriche per lo stesso set di PFAS. Tessuto e liquore di ostriche testati MDE da 10 campioni. Le tabelle 7 e 8 dello studio pilota PFAS mostrano che 6 dei campioni lo erano non analizzati per PFBA, PRPeA o 6: 2 FTSA (lo stesso composto di 1H, 1H, 2H, 2H- acido perfluoroottanesolfonico (6: 2FTS)), mentre quattro dei campioni sono stati testati per questi tre composti che hanno restituito i risultati di "Non Detect . " Lo studio pilota PFAS è privo di qualsiasi spiegazione sul motivo per cui alcuni campioni di ostriche sono stati testati per questi PFAS mentre altri campioni no. L'MDE segnala che PFAS è stato rilevato a basse concentrazioni in tutta l'area di studio e le concentrazioni sono state riportate pari o vicine ai limiti di rilevamento del metodo. Chiaramente, i limiti di rilevamento dei metodi utilizzati dallo studio Alpha Analytical erano troppo alti considerando che l'acido perfluoropentanoico (PFPeA) è stato trovato tra 200 e 600 parti per trilione nelle ostriche nello studio PEER, mentre non è stato rilevato nello studio Alpha Analytical .

Test della superficie dell'acqua

Lo studio pilota PFAS ha anche riportato i risultati del test della superficie dell'acqua per PFAS. Inoltre, un cittadino preoccupato e autore di questo articolo, Pat Elder di St. Inigoes Creek, ha collaborato con la stazione biologica dell'Università del Michigan per condurre test della superficie dell'acqua nelle stesse acque nel febbraio 2020. Il grafico seguente mostra i livelli di 14 PFAS analiti in campioni di acqua come riportato da UM e da MDE.

Bocca di St. Inigoes Creek Kennedy Bar - North Shore

la MDE
analiti ppt ppt
PFOS 1544.4 ND
PFNA 131.6 ND
PFDA 90.0 ND
PFBS 38.5 ND
PFUnA 27.9 ND
PFOA 21.7 2.10
PFHxS 13.5 ND
N-EtFOSAA 8.8 Non analizzato
PFHxA 7.1 2.23
PFHpA 4.0 ND
N-MeFOSAA 4.5 ND
PFDoA 2.4 ND
PFTrDA BRL <2 ND
PFTA BRL <2 ND
Totale 1894.3 4.33

ND - Nessun rilevamento
<2 - Sotto il limite di rilevamento

L'analisi UM ha rilevato un totale di 1,894.3 ppt nell'acqua, mentre i campioni MDE hanno totalizzato 4.33 ppt, sebbene, come mostrato sopra, la maggior parte degli analiti sia stata trovata dall'MDE come ND. La cosa più sorprendente è che i risultati UM hanno mostrato 1,544.4 ppt di PFOS mentre i test MDE hanno riportato "Nessun rilevamento". Dieci sostanze chimiche PFAS rilevate da UM sono tornate come "No Detection" o non sono state analizzate da MDE. Questo confronto porta all'ovvia domanda del "perché"; perché un laboratorio non è in grado di rilevare il PFAS nell'acqua mentre un altro è in grado di farlo? Questa è solo una delle tante domande sollevate dai risultati dell'MDE. Lo studio pilota PFAS afferma di aver sviluppato "criteri di screening delle acque superficiali e dei tessuti di ostriche basati sul rischio" per due tipi di PFAS: acido perfluoroottanoico (PFOA) e perfluoroottano solfonato (PFOS ). Le conclusioni di MDE si basano sulla somma di due soli composti: PFOA + PFOS.

Ancora una volta, il rapporto è privo di qualsiasi spiegazione sul motivo per cui solo questi due composti sono stati selezionati nei suoi criteri di screening e sul significato del termine "criteri di screening delle acque superficiali e dei tessuti di ostriche basati sul rischio. "

Pertanto, al pubblico rimane un'altra domanda lampante: perché MDE limita la sua conclusione solo a questi due composti quando molti di più sono stati rilevati e molti altri possono essere rilevati quando si utilizza un metodo con un limite di rilevamento minimo inferiore?

Ci sono lacune nella metodologia utilizzata da MDE nel fornire le sue conclusioni, e anche incongruenze e mancanza di spiegazioni sul motivo per cui diversi composti PFAS vengono testati tra i campioni e durante gli esperimenti. Il rapporto non spiega perché alcuni campioni non siano stati analizzati per più o meno composti rispetto ad altri campioni.

L'MDE conclude che “le stime del rischio di esposizione ricreativa nelle acque superficiali erano significativamente inferiori Criteri di screening per uso ricreativo delle acque superficiali specifiche del sito MDE, "Ma non fornisce una descrizione chiara di ciò che questo criterio di screening comporta. Questo non è definito e quindi non può essere valutato. Se si tratta di un metodo scientifico adeguato, la metodologia dovrebbe essere presentata e spiegata citando basi scientifiche.Senza test adeguati, inclusa la metodologia definita e spiegata, e impiegando test in grado di valutare le concentrazioni ai bassi livelli richiesti per tale analisi, il le cosiddette conclusioni offrono poche indicazioni di cui il pubblico può fidarsi.

Leila Kaplus Marcovici, Esq. è un avvocato specializzato in brevetti e fa volontariato presso il Sierra Club, New Jersey Chapter. Pat Elder è un attivista ambientale a St. Mary's City, MD e fa volontariato con il National Toxics Team del Sierra Club

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Articoli Correlati

Le nostre campagne

Come porre fine alla guerra

Corsi on-line
Aiutaci a crescere

I piccoli donatori ci fanno andare avanti

Se scegli di effettuare un contributo ricorrente di almeno $ 15 al mese, puoi selezionare un regalo di ringraziamento. Ringraziamo i nostri donatori ricorrenti sul nostro sito web.

Questa è la tua occasione per reimmaginare a world beyond war
Prossimi eventi
Negozio WBW
Traduci in qualsiasi lingua