Cuba riafferma la sua solidarietà con la lotta del popolo palestinese e con gli studenti negli Stati Uniti

 

Di Gabriele Aguirre, World BEYOND War, Maggio 2, 2024

Nell’Incontro Internazionale di Solidarietà con Cuba che si è svolto oggi, 2 maggio, all’Avana, 1,144 partecipanti in rappresentanza di 54 paesi hanno affermato la loro solidarietà con la Palestina e l’opposizione al genocidio che avviene nella Striscia di Gaza.

Numerosi partecipanti all'evento, durante le loro presentazioni, hanno sottolineato l'importanza di espandere la solidarietà in questo momento verso la Palestina, chiedendo un cessate il fuoco immediato e fermando il massacro che è costato la vita a più di 35,000 persone.

Cuba ha espresso la sua solidarietà incondizionata, così come la ferma condanna del genocidio in Palestina. Durante l'evento si è ribadito che oggi Cuba è un paese dove migliaia di giovani palestinesi vengono per studiare medicina e altri titoli universitari e poi ritornare nel loro paese e aiutare lo sviluppo del loro popolo.

Durante l'evento odierno, il presidente Díaz Canel ha colto l'occasione per esprimere la sua solidarietà ai giovani studenti degli Stati Uniti, che hanno alzato la voce per denunciare ciò che sta accadendo in Palestina e per chiedere che le università smettano di finanziare Israele.

Nel corso del suo intervento ha anche colto l'occasione per chiedere il riconoscimento dello Stato palestinese da parte delle Nazioni Unite e la difesa del suo diritto ad esistere come nazione libera e indipendente.

 

 

 

Il giorno successivo, le organizzazioni hanno riaffermato il loro impegno per la pace a Cuba. Nell'ambito delle attività svolte a Cuba, si è svolto un incontro di solidarietà di organizzazioni sociali e popolari che lavorano per la pace e difendono la sovranità del popolo.

World BEYOND War ha ribadito durante l'evento il suo massimo impegno per la costruzione di un mondo di pace, solidarietà e giustizia sociale, motivo per cui è necessario porre fine a tutte le guerre.

L’evento è servito anche per esprimere solidarietà a Cuba, respingere il blocco criminale e chiedere che Cuba venga cancellata dalla lista statunitense dei paesi che sponsorizzano il terrorismo.

Il tavolo di lavoro era guidato dal Presidente della Repubblica Miguel Díaz Canel, dall'eroe della Repubblica di Cuba Fernando González Llort e da altre autorità dell'Istituto Cubano di Amicizia con i Popoli.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Articoli Correlati

La nostra teoria del cambiamento

Come porre fine alla guerra

Muoviti per la sfida della pace
Eventi contro la guerra
Aiutaci a crescere

I piccoli donatori ci fanno andare avanti

Se scegli di effettuare un contributo ricorrente di almeno $ 15 al mese, puoi selezionare un regalo di ringraziamento. Ringraziamo i nostri donatori ricorrenti sul nostro sito web.

Questa è la tua occasione per reimmaginare a world beyond war
Negozio WBW
Traduci in qualsiasi lingua